17
Ven, Gen
66 New Articles

Progetto Eugheny

Volontariato
Typography

Si è svolta nella cittadina di Braghin in Bielorussia la seconda fase del “Progetto Eugheny”, nato dall’iniziativa dell’Associazione

Chernobyl di Maranello e dell’Associazione San Matteo Onlus di Nichelino.

Si tratta di un progetto sociale rivolto alle famiglie con minori in grave situazione di disagio ed agli stessi minori che per vari motivi vengono allontanati dalle famiglie di origine.

E’ stato un momento importante per poter scambiare le esperienze tra i servizi sociali di Braghin e i nostri. Sono state esaminate le legislazioni nei due Paesi sulla tutela minori, sulle strutture di accoglienza e sugli strumenti di sostegno alle famiglie disagiate. Sono stati affrontati anche i temi dell’affido, dell’adozione, della ricerca e preparazione delle famiglie affidatarie.

C’è stato poi un interessante incontro con le famiglie affidatarie, che hanno avuto modo di esporre le loro esperienze, difficoltà e richieste.

Nella prima fase del progetto, che si è svolta nel biennio 2018/2019, è stata ristrutturata in parte una scuola materna nel villaggio di Krasnoe. A luglio di quest’anno qui si è trasferito il “Priut”, una struttura di accoglienza temporanea di bambini allontanati dalle famiglie di origine, che in precedenza si trovava all’interno di locali fatiscenti nella scuola di Azarevici.

Per l’Associazione San Matteo è stato molto utile poter verificare come si svolga il lavoro dei servizi sociali i Bielorussia, ma anche molto interessante conoscere la realtà di Maranello. In particolare vogliamo ringraziare Romana e Giuseppina, dei servizi sociali di Maranello, per la loro professionalità ed anche per la loro sensibilità.

Questa seconda fase non è terminata con la visita a Braghin, ma è continuata in Italia. Qualche giorno fa i servizi sociali di Braghin sono venuti a trovarci qui a Nichelino e a Maranello. Durante il convegno conclusivo è stato firmato l’accordo per far proseguire il progetto Eugheny anche nel biennio 2020/2021.

In questi due anni cercheremo di suddividere i fondi tra l’aiuto concreto alle famiglie in difficoltà e la ricerca e formazione di nuove famiglie affidatarie sul territorio di Braghin. Cercheremo anche di esportare alcune buone pratiche apprezzate dai servizi sociali di Braghin durante gli incontri in Bielorussia.

Associazione San Matteo Onlus