17
Mar, Set
52 New Articles

Un'importante delibera

Volontariato
Typography

Commentiamo brevemente un’importante delibera approvata al termine della scorsa legislatura regionale.

Riguarda le "Linee di indirizzo" per gli interventi a favore delle persone con autismo e/o disabilità intellettiva in età adulta (Dgr. n. 88-8997 del 16 maggio 2019).

Si tratta di un concreto risultato dell'attività svolta dalle associazioni di tutela, che fa seguito alla delibera che riguardava i minorenni con autismo e disabilità intellettiva (Dgr n. 2-4286, del 29 novembre 2016).

La nuova deliberazione indica diversi interventi, possibili per la stessa persona, da individuare e definire nel percorso personalizzato di cura. Sono rimarcati i Centri diurni, rivolti a persone con limitatissima o nulla autonomia con finalità abilitative e riabilitative, con particolare attenzione al rispetto delle  modalità funzionali e comunicative proprie della persona con autismo. Sono altresì compresi nell'età adulta gli interventi residenziali, che «non devono rappresentare luoghi chiusi e isolati, ma punti di partenza per l'inserimento sociale nel mondo reale», considerando l'autonomia della persona e il suo potenziale di sviluppo. Per garantire quanto sopra, è necessario che le strutture residenziali «promuovano forme di collaborazione con le associazioni di tutela, culturali, sportive e di promozione del territorio per garantire una concreta partecipazione alla vita della comunità». La delibera riserva inoltre una descrizione della presa in carico sanitaria globale della persona con autismo, compreso il rapporto tra medico di base e specialisti. Inoltre affronta la questione dell'accesso al Pronto soccorso, per cui è prevista un'apposita formazione per tutto il personale che opera nel reparto di emergenza ed un percorso protetto che «consenta di tenere conto degli specifici che caratterizzano le persone con autismo (es. sensorialità, difficoltà a gestire l'attesa, intolleranza alla confusione, ecc.)».

Altro importante risultato è l'aver ottenuto per ogni Asl la previsione di un "Nucleo funzionale specialistico di riferimento per i disturbi dello spettro autistico in età adulta", da costituire con provvedimento del Direttore generale della Asl e composto da una equipe multidisciplinare.

Spiace il mancato richiamo nella deliberazione alla legge 833/1978, su cui si fonda il diritto alle cure sanitarie e il mancato stanziamento di risorse aggiuntive per le attività sanitarie e socio-sanitarie previste, che saranno erogate attingendo solo alle risorse già stanziate.Tenuto conto però che la materia rientra nei Lea (Livelli essenziali di assistenza sanitaria e socio-sanitaria) sarà fondamentale l'azione di tutela dei casi individuali per garantire i diritti sanciti dalle norme vigenti.

Ricordiamo che le richieste di prestazioni socio-sanitarie domiciliari, semiresidenziali e residenziali devono essere inviate mezzo lettera raccomandata A/R (o Pec) e contenere i richiami alla normativa vigente; sono disponibili gratuitamente facsimili di lettera (scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.).

Utim Nichelino