25
Sab, Set
78 New Articles

La comunità di San Vincenzo ricorda Mauro Meinardi

Dai gruppi
F
Typography

La morte di Mauro Meinardi, 76 anni, ha toccato la parrocchia della Santissima Trinità ed in modo particolare

la comunità di San Vincenzo de’ Paoli, la chiesa in viale Kennedy, che domenica 27 dicembre lo ha ricordato nella Messa di trigesima a un mese dalla scomparsa.

Davvero si può dire che questa chiesa Mauro abbia contribuito in prima persona a farla nascere e crescere. Sin dal 1977 fu alla guida del comitato per la costruzione del nuovo centro religioso nel quartiere oltre la ferrovia. Lui, nato a Nichelino, lì si era trasferito con la famiglia nel ’74 spostandosi da via XXV Aprile a viale Kennedy. Poco dopo raccolse l’invito del parroco don Paolo ad impegnarsi per questa nuova opera e vi si dedicò con passione. La nuova chiesa fu aperta al culto nel 1981 e a ruota fece seguito un secondo lotto con la costruzione delle aule per il catechismo, l’oratorio, la sistemazione del salone e degli spazi esterni, fino al campanile inaugurato nel 2000. Non fu un impegno breve… anzi si po’ dire che questo impegno lo abbia accompagnato fino al novembre di questo 2020, quando Mauro ha dovuto improvvisamente lasciare gli amici di San Vincenzo per qualche settimana di ospedale con la speranza di poter presto rientrare. Purtroppo invece così non è stato.

Prima con don Paolo, poi con padre Giovanni, don Joe e don Riccardo, per la comunità di San Vincenzo Mauro Meinardi è stato lungo tutti questi anni un prezioso e infaticabile collaboratore. Lascia la testimonianza di una fede schietta e generosa, capace di rimboccarsi le maniche e andare avanti, giorno per giorno, con operosità e autentico spirito di servizio.

Uno degli amici, che hanno condiviso con lui i primi passi e il cammino della chiesa di San Vincenzo lo ricorda così.

***

Carissimo Mauro, amico e fratello,  

la nostra natura umana ha il cuore spezzato per la tua partenza ed è il momento del dolore.

Ci siamo conosciuti 40 anni fa in occasione della costruzione di questa chiesa, dedicata a san Vincenzo de’ Paoli.

Convocati da don Paolo, che ci fece partecipi del progetto di costruire una chiesa in questo quartiere, ci fu subito un grande fermento. Si formò un gruppo di uomini e donne di buona volontà che animò la vita della zona Kennedy (così veniva identificato questo quartiere).

Insieme, con la guida spirituale di padre Giovanni Carasso, questo luogo diventò la casa comune di tutti e tu sei stato il primo animatore. Quanto lavoro preliminare, materiale e spirituale. Si cominciò con il rosario nei garage delle case. Per la chiusura del mese di Maggio si andava da… Mauro Meinardi che immancabilmente offriva un momento dolce di condivisione fraterna!

Quanti momenti belli vissuti insieme, dai giochi per i bambini in viale Kennedy, alle castagnate in occasione dell’inizio del catechismo, attorno al falò sotto il tuo occhio vigile con l’estintore in mano. Quante volte ti sei vestito da Babbo Natale o da Befana donando caramelle per la gioia dei piccoli. Sei sempre stato di buon umore e cordiale con tratti scherzosi. Con te si stava bene.

Abbiamo vissuto tanti momenti di fraternità nella casetta di legno, primo locale di aggregazione, che poi continuarono nel salone quando fu terminato.

Sei stato un animatore e amministratore eccellente. Ora tu vivi l’eternità con tanti amici collaboratori che ti hanno preceduto.  Ringraziamo il Signore per il dono che ha fatto alla chiesa di san Vincenzo de’ Paoli – SS. Trinità.

Prega per noi carissimo amico e fratello nostro.  Arrivederci  a Dio

Marcello