19
Mer, Giu
51 New Articles

Aiuto, sono senza identità digitale!

Società e cultura
Typography

E’ giusto, lo Stato vuole a tutti i costi rifilarmi un’identità digitale in modo che io possa comodamente riscuotere i vari bonus.

Vuole essere sicuro che a smanettare sul computer e sullo smartphone per incassare il benefit spettante sia proprio io e non mio nipote, che mi dà ripetizioni di informatica, o peggio qualche pirata del web.

Sistema Pubblico di Identità Digitale. Se non hai lo SPID, niente bonus!

Per semplificarmi la vita mi offrono non 1, ma ben 6 modi per acquisire la mia agognata “identità digitale”: Aruba, Infocert, Poste, Sielte, Tim e CNS. L’imbarazzo della scelta. Bastano pochi clic. Ti registri, ricevi un pezzo di password e vai ad uno sportello. Salve, eccomi qui: come potete constatare sono proprio io. Ti danno un altro pezzo di password. E il pin e il puk (se per caso dimentichi il pin). Digiti l’us, cambi la pw, ma mi raccomando: che dentro ci sia almeno una maiuscola, un alfanumerico, un carattere speciale… e uno ostrogoto. Se non sei un robot e se sei fortunato imbrocchi il CAPTCHA code (non è un insulto) ed è praticamente fatta, a meno che dopo il terzo tentativo fallito non si inchiodi tutto.

Se scegli CNS ti servirà un lettore di smart card. Qualcun altro invece preferisce mandarti un messaggio sms e tu confermi, ma questo sistema è ormai obsoleto, era di moda tre mesi fa. E’ più comodo il QR code (…che mi venga un colpo se so cosa vuol dire). Quindi scaricare nuova App. Ma forse è giunto il momento di cambiare il telefonino perché, se il tuo apparecchio è abilitato, puoi farti riconoscere attraverso l’impronta digitale o facciale… e qui attenzione ai selfie e ai sosia.

E’ un paio di settimane che mi applico e mi scervello. Per adesso l’identità digitale ancora non sono riuscito ad averla e comincio ad avere qualche dubbio sulla reale.

Avrò di certo sbagliato qualche passaggio, ma abbiate pietà di me!

Ho da gestire anche un profilo facebook, due caselle e-mail, una pec, cinque gruppi su whatsapp e un numero imprecisato di tessere fedeltà del supermercato. Più bollette on line, bancomat, varie ed eventuali. Per giunta ho appena dovuto cambiare la scheda sim e ancora devo riprendermi dal trauma.

Custodisco gelosamente una ricca raccolta di cards, codici e password (perlopiù scadute), manco fosse la valigetta per scatenare la guerra nucleare. Se mai dovessi smarrire questa mia preziosa collezione diventerei nessuno.

Civis 3