20
Dom, Mag
49 New Articles

"Non è bello ciò che è bullo"

Società e cultura
Typography

In occasione della seconda Giornata nazionale contro il Bullismo e il Cyberbullismo, alcune classi dell’Istituto Comprensivo Nichelino 4

si sono recate in Piazza Di Vittorio per far sentire insieme la loro voce. Proprio la parola Insieme, scritta con pennellate bianche su uno striscione blu, li ha guidati in una grigia mattinata nichelinese illuminata dai loro sorrisi ed energie.

I ragazzi della secondaria si sono esibiti in un flashmob che ha voluto raccontare e sublimare l’astio e i conflitti di cui spesso loro stessi sono vittime e protagonisti. I più piccoli della primaria hanno partecipato mostrando piccoli manifesti e simboli blu, colore del “nodo” che lega la rete di scuole italiane impegnate nella lotta al fenomeno del bullismo. Ad applaudirli, oltre a genitori e passanti presenti in piazza, la dirigente dell’I.C. Nichelino 4 prof.ssa Patrizia Cannavò e il sindaco Giampietro Tolardo che, lasciati gli oneri dell’amministrazione cittadina, si è unito entusiasta agli studenti.

L’organizzazione della giornata si inserisce in un più ampio lavoro che si protrae da alcuni mesi, portato avanti dalla commissione Bullismo/Disagio dell’IC Nichelino 4. Quest’ultima, che coinvolge insegnanti di diverse discipline (Lettere, Inglese, Musica ma anche Tecnologia, Ed. Fisica e IRC), nasce con il fine di riflettere e far riflettere consapevolmente sulla portata dei fenomeni di bullismo e cyberbullismo e di cercare insieme possibili approcci e strategie.

L’istituto partecipa inoltre al progetto “Generazioni Connesse (Safer Internet Centre)” coordinato dal MIUR, in partenariato col Ministero dell’Interno, Polizia Postale e delle Comunicazioni, Telefono Azzurro e altri enti, avente come obiettivo la formazione di una “classe pilota” che potrà presto formare gli altri studenti della scuola in merito alle buone pratiche di utilizzo di internet ed allo stesso tempo ai suoi pericoli.

Con la loro presenza in piazza i ragazzi dell’IC Nichelino 4 hanno voluto legare #unnodoblu alla memoria di tutti. Il nodo si fa quando non si vuole dimenticare qualcosa di importante e, in questo caso, si tratta del bullismo, del cyberbullismo e delle loro conseguenze che non devono essere mai scordate.

Giulia Viglino
Serena Mazzone