13
Gio, Giu
112 New Articles

Elena Zaniol vuole continuare a correre

Personaggi
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

La nichelinese Elena Zaniol è una delle poche pilote italiane di drift, specialità dell’automobilismo sportivo

su pista che si basa sull’abilità di guida e sulla capacità di controllare le traiettorie del veicolo in sbandata.

Ha iniziato l’attività agonistica cinque anni ottenendo risultati positivi come il primo posto nelle Queen of Europe in una tappa del campionato europeo Drift King.  Nel 2020 ha continuato a correre su una Nissan 350z motorizzata Maserati, cedutagli dal suo allenatore Davide Bannò. 

Nella precedente stagione però Elena Zaniol non è stata molto fortunata: “Alla prima gara di campionato mi sono ritrovata con una macchina che cadeva letteralmente in pezzi. Mi sono dovuta ritirare in due gare e in un’altra ho persino noleggiato una vettura sostitutiva pur di correre”.

Il restauro totale della macchina con l’obbiettivo di apportare migliorie e potenziamenti per renderla più performante per la categoria dei professionisti non ha portato agli esiti sperati.

“Nonostante tutte le avversità - aggiunge la pilota nichelinese - correndo con una macchina allo stremo delle forze, non ho mai mollato e sono riuscita ad arrivare decima nella classifica generale di campionato nella categoria campioni”.

Per questa stagione l’auto è stata rivista da un preparatore specializzato, ma le condizioni della vettura sono risultate allarmanti. “Ad oggi tutti i soldi che arrivano dal mio lavoro di istruttrice e pilota e dai corsi della nostra scuola di drift sono stati investiti per rimetterla in sesto – spiega la Zaniol - Il lavoro purtroppo è ancora lungo e io non vorrei mollare proprio ora”.  Così nelle settimane scorse ha lanciato un’iniziativa di fundraising on line sulla piattaforma https://www.gofundme.com/f/elenas-drift. “Ho più progetti che vorrei realizzare tra cui riportare in pista la mia macchina da corsa con un motore nuovo e poter coronare il mio sogno di correre al campionato europeo, rimandato più volte perché i soldi destinati al progetto sono serviti per le riparazioni all’attuale drift car. Ma ad oggi la mia priorità va a rimettere in sesto questa vettura e correre nel Campionato Italiano”.