09
Lun, Dic
64 New Articles

In pista è la regina del "drift"

Personaggi
Typography

Elena Zaniol, ventiquattrenne nichelinese, ha la passione dei motori e in Italia è tra le poche donne pilote di “drift”.

“C’è chi si lascia guidare dalla passione. Io preferisco guidare la mia passione”, dice. E così, dati anche i suoi trascorsi da modella, ha indossato casco e tuta ignifuga.

Il drifting (termine inglese che letteralmente significa “andare alla deriva”) è una specialità dell’automobilismo sportivo su pista. Le gare, su circuiti fatti di curve e controcurve, si basano non tanto sulla velocità, quanto piuttosto sull’abilità di guida e sulla capacità di controllare le traiettorie del veicolo in sbandata. Si pratica con auto a trazione posteriore e chiaramente nel “drift” il livello di adrenalina è assicurato con continue derapate e spettacolari manovre in sovrasterzo. Il punteggio finale non è determinato dal tempo, ma dalla valutazione di una giuria di esperti.

Riflessi, sangue freddo ed una non comune capacità di stare al volante sono i requisiti di base per un “drifter”. Tutte doti che in pista la giovane pilota nichelinese ha dimostrato di possedere. La Zaniol (che nella vita è studentessa universitaria in biotecnologie mediche ) ha cominciato praticamente per scherzo un po’ di tempo fa. Qualche giro di prova però è bastato ad appassionarsi al “drift” e a far scattare la voglia di continuare . Ha cominciato ad allenarsi nel Team Daba di Torino alla guida di un’auto dalla storia un po’ particolare, perché apparteneva a Graziano Rossi, papà del celebre Valentino motociclista. All’esordio agonistico non ufficiale ha partecipato ad una gara di piloti uomini ed è arrivata quarta. Con i consigli del drifter Davide Bannò i progressi non hanno tardato ad arrivare, finché Elena Zaniol si è ritrovata al volante di una Nissan 350Z da competizione (sempre di Graziano Rossi), tra l’altro con guida a destra, e con questa ha vinto la sua prima gara femminile a livello europeo nella categoria Queen of Europe gareggiando accanto ad esperte campionesse.

Per partecipare a tutto il calendario di gare servirebbero nuovi sponsors, l’esordio internazionale è stato comunque più che incoraggiante. Intanto Elena Zaniol il mese scorso è stata la protagonista di Italian Driver, un reality televisivo sul mondo dei motori in onda su Sportitalia. Lì si vede che al volante è in grado di dar lezioni a chiunque. Chi avesse ancora da far battute sull’abilità delle donne alla guida di un’auto può pure dimenticarsele.