17
Lun, Dic
78 New Articles

Annamaria ha già vinto la sua Maratona

Personaggi
Typography

Anche quest'anno la Maratona di Torino è transitata per le vie di Nichelino, accolta da un clima di festa e partecipazione.

Tra le migliaia di partecipanti, atleti di livello internazionale e semplici appassionati, vale la pena soffermarsi su una in particolare: la nichelinese Annamaria Bagnato che ha preso parte alla kermesse sportiva a bordo della carrozzella che le serve per muoversi, da quando è stata bloccata a seguito di una malattia.  Grazie ad una staffetta di volontari e di amici del G.S. Atletica Nichelino ha potuto vivere questa straordinaria esperienza della Maratona di Torino.

Una donna solare, un' educatrice (qualche mese fa aveva raccontato la propria storia in una lettera Nichelino Comunità) e un'atleta della vita. Annamaria ci racconta ora di quella giornata: ”La più importante maratona è la vita, tutti la percorriamo e ogni conquista quotidiana merita una medaglia. Quella domenica avrei avuto mille motivi per non andare alla Turin Marathon, ma essere in piazza San Carlo è stata la vera vittoria”.

Spiega che nelle difficoltà l’importante è “con – patire” e sorridendo mi insegna la differenza tra “compatire”, ossia avere pietà, e “con – patire” ossia patire con /assieme. “Noi abbiamo bisogno di con - patire cioè vivere assieme ad altri la fatica – dice Annamaria - senza perdere la capacità di stupirci e di sfidarci. Le  fatiche e le difficoltà sono le cadute, le persone sono accanto non per evitare di  farci cadere, ma per aiutare a rialzarci”.

Annamaria avvolge con la sua serenità e condivide un video del suo viaggio in Calabria, a Tropea. Le barriere architettoniche non hanno fermato la sua voglia di riabbracciare i famigliari e ha raggiunto la meta trovando sempre soluzioni. E’ rientrata da poco da un Assisi ed è sempre pronta ad affrontare nuove avventure. “Non perdere la voglia di vivere e gioire sapendo che la paura è una compagna di vita - mi saluta così Annamaria - Se la Vita è una maratona, non dimentichiamo che la conquista migliore è esserci, partecipare insieme agli altri”.

L’immagine di Annamaria durante la maratona esprime grinta e determinazione: è un motivo di soddisfazione per tutti e la sua gioia è anche la nostra.    

Federica Bottin