26
Lun, Ago
9 New Articles

Rox Bax è partito per il giro del mondo

Personaggi
Typography

Sarà un giro del mondo lungo almeno un anno e mezzo, quello che il nichelinese Rosario Basciotti, alias Rox Bax, ha intrapreso su pattini a rotelle in linea,

partendo da Torino (in piazza Bernini, di fronte all'Isef). Una vera e incredibile avventura, lunga quasi 30mila chilometri, attraverso 5 continenti e 25 nazioni.

Rox Bax non è nuovo a questo genere di imprese. Infatti, nel 2012, affrontò il giro d'Italia, sempre sui pattini: tremila chilometri in 42 giorni, con arrivo in piazza Di Vittorio, di fronte al Municipio di Nichelino.

L'obiettivo di Rox Bax è anche centrare ben tre record da Guinness dei Primati: primo giro del mondo, viaggio più lungo in pattini (precedente limite: 8.596 chilometri) e il “Coast to Coast” più veloce (primato attuale: 69 giorni, da Crescent Beach/Florida a Solana Beach/California).

Ma Rox Bax vuole trasmettere pure un messaggio ecologico: «Si può viaggiare anche solo con il “motore umano” e conoscere luoghi e persone inaspettate».

Prima di partire ha illustrato il programma del viaggio: «Prima tappa a Oulx, poi Francia, Spagna e Marocco. Quindi mi imbarcherò in aereo per il Brasile e attraverserò Uruguay e Argentina, Poi, ancora in aereo, andrò negli Stati Uniti, per il Coast to Coast. A seguire Australia, da Brisbane ad Adelaide, Giappone, Cina e Indonesia. Risalirò il sud-est asiatico fino all’India, andrò in Azerbaigian e attraverserò Armenia, Georgia, Russia e l’Europa dell’est. Tornerò in Italia, per arrivare a Torino nella primavera del 2020».

Viaggia naturalmente in modo molto spartano: «Zaino in spalla, pattini in linea, tenda, fornellino da campo e un’action cam per raccontare il mio viaggio a chi mi seguirà da casa. Punterò sull'ospitalità di amici, parenti e conoscenti o attraverso la rete con strumenti come Couschsurfing e Warmshowers».

Per il nostro concittadino sarà una grande impresa, con qualche rischio ed esposta ad imprevisti. Ma lo spirito d'avventura di Rox Bax è inarrestabile.

(Foto Andrea Casalenuovo)