20
Dom, Ott
64 New Articles

Rapper Rhabeat

Persone e anniversari
Typography
E’ uscito all’inizio di maggio ed è disponibile sui digital store “Policromo” , il primo Cd del cantautore nichelinese Paolo Coniglio (in arte Rhabeat).
Ventidue anni, da sempre residente a Nichelino, prima con la famiglia, ora con la sua compagna, ha cominciato gli studi all’Istituto alberghiero, ma presto ha iniziato a lavorare come cameriere e adesso come barista.

Si definisce autodidatta, anche se non nasconde di aver avuto tanti maestri, tra cui il produttore artistico Stefano Casalis, che ha collaborato con lui nella realizzazione di “Policromo”.

Com’è iniziata la tua carriera?

«Ho cominciato a scrivere intorno ai 15 anni, ho iniziato con una prima canzone, poi ho fatto un Cd non ufficiale Ho iniziato con il rap, ma il disco non si colloca nell’ambito di un genere particolare, sebbene la sua matrice sia rap. Questo è il primo Cd ufficiale inedito a cui lavoro da due anni. E’ un concept album basato sul romanzo di Alessandro D’Avenia ‘Bianca come il latte, rossa come il sangue’. Ho letto il libro quattro, cinque volte e altrettante ho visto il film. Il disco si compone di dieci tracce, che, prendendo spunto sia dal romanzo sia dal film, seguono l’ordine cronologico della storia rispecchiandone il mio punto di vista. Policromo è la parola finale del libro, rappresenta l’insieme di tutti i colori».

Hai avuto modo di conoscere lo scrittore D’Avenia?

«Gli ho inviato un’e-mail, lui mi ha risposto entusiasta del mio progetto e mi ha chiesto di mandargli una copia del disco non appena fosse stato pubblicato».

Il Cd ha diversi contributi di artisti e rapper di Torino, gli arrangiamenti sono stati composti da Gabriele Ferrara ed un pezzo è stato realizzato con Francesco Trimani, autore dell’inno del Toro e dell’inno della Città di Torino “A Torino c’è”. La copertina è stata realizzata da Stefano Casalis, che si è occupato della grafica e anche del video del primo singolo “Briciole di felicità”, disponibile in rete.

Sogni per il futuro?

«Intanto mi godo la pubblicazione di questo primo Cd, che per me è una grandissima soddisfazione, se riuscissi a far diventare la musica la mia professione, a viaggiare con la musica questo sarebbe il massimo».

In bocca al lupo!