26
Ven, Feb
97 New Articles

Odissea al Debouchè per un prelievo

Lettere
F
Typography

Scrivo a nome mio e di alcune persone che mi hanno segnalato le seguenti situazioni.

Dovendo effettuare delle analisi del sangue presso  l'ASL TO 5 di via Debouché, abbiamo vissuto un'esperienza davvero avvilente.

Noi cittadini comprendiamo come, nel momento in cui ci rechiamo in un centro sanitario, le disposizioni di protezione anti Covid necessariamente ci impongano grandi cautele e serie misure limitanti, con conseguente dilatazione dei  tempi di attesa.

Pertanto, con buon senso civico, la gente in fila e all'aperto fin dalle 7 del mattino si è dimostrata  collaborativa. Alle 7,30 si è cominciato a far entrare le persone: molte erano anziane, altre affette da qualche patologia invalidante, tutte comunque infreddolite. Tempo medio di attesa per un prelievo: quasi 3 ore.

E che dire del personale addetto ai rapporti con i pazienti? Le incaricate, gridando ad alta voce e con toni perentori, hanno cominciato a indirizzare le persone ora qui ora là, quasi fossero greggi di pecore.

E' troppo chiedere un po' di gentilezza e di buon garbo nel trattare la gente? Alcuni pazienti a volte sono davvero villani, ma ciò non autorizza  ad essere altrettanto sgradevoli. La civiltà di un popolo la si vede anche in questi frangenti.

A questo problema  se ne affiancano altri. Perché disabilitare i centri - prelievo di  Vinovo, Candiolo e None, costringendo la popolazione di quei Comuni a servirsi obbligatoriamente dell'Asl di Nichelino?

Qualcuno ha pensato a qual è l'utenza e l'età della gran parte dei pazienti che gravitano su via Debouché?
Perché chiudere il centro - prelievi di via San Francesco, più comodo da raggiungere anche a piedi dalle persone che non hanno chi possa accompagnarle? L'ampio parcheggio che si trova proprio di fronte a questo  ambulatorio, per quale motivo dunque è stato costruito?
Dovendo evitare gli assembramenti, non sarebbe meglio distribuire le persone su un più ampio territorio anziché accentrarle? Infine, sarà ancora l'Asl di via Debouché ad accogliere la popolazione per provvedere alle vaccinazioni anti - Covid?
Se le cose stanno così, c'è davvero di che preoccuparsi.    

 Gabriella BALDO