26
Lun, Set
89 New Articles

Passerella, per il ripristino tempi lunghi

Cronaca
F
Typography
In una fredda mattina di dicembre un autobus della linea 35 GTT è sbandato ed è andato a sbattere contro uno dei pilastri che sostengono la passerella pedonale in Largo delle Alpi. La struttura  ha ceduto nel tratto dalla farmacia Debouché sino al centro della rotonda ed è precipitata sul bus.

Sulla passerella, che era stata oggetto di dure critiche al momento della sua costruzione negli anni ’90, si sono riaccese le polemiche per la carente manutenzione, anche se il crollo è stato causato  dall’urto accidentale dell’autobus. Utilizzata dai pedoni per attraversare la pericolosa rotonda, nei mesi estivi è invasa dall’edera che crea difficoltà di passaggio. Non sta meglio la fontana, perennemente invasa dai rifiuti.

Non che desse sensazione di particolare stabilità: "Quando ci passavo  - dice la signora  Natalina abitante del quartiere - mi sentivo poco sicura. Mentre si camminava  sembrava  di stare sulle molle. Comunque è stata una fortuna che quella mattina il pullman fosse quasi vuoto e che la passerella fosse deserta.  Poteva essere una strage”.

Il troncone crollato è stato rimosso poco dopo l’incidente. Per il ripristino si preannunciano tempi lunghi. Occorrerà infatti attendere l’esito dell’iter assicurativo e delle perizie per quantificare il danno e poi appaltare i lavori. 

Ottavio Currà