05
Dom, Lug
75 New Articles

Pista, alla fine ha chiuso in bellezza

Cronaca
F
Typography
Funestata dagli atti di vandalismo che ne avevano ritardato l’apertura e poi dalle temperature miti di inizio gennaio, la pista di ghiaccio in piazza Di Vittorio ha comunque chiuso in bellezza con Marta Castagno e Anna Rossanese, atlete dell’elite nazionale del pattinaggio di figura.

L’impianto, allestito dallo Sporting Club Pinerolo, ha ospitato attività didattiche per i ragazzi delle scuole ed esibizioni delle varie specialità dello sport su ghiaccio, dallo short track ai giovani hockeisti dei team Real Torino e H.C. Pinerolo.

L’esordio del curling a Nichelino è stato accompagnato dagli atleti azzurri guidati da Veronica Zappone, skip della squadra nazionale assoluta, insieme a Emanuela Cavallo, Simone Gonin (nono agli ultimi Campionati del Mondo del Mixed Doubles) e dalla promessa Fabio Ribotta. In piazza Di Vittorio hanno così fatto capolino gli “stones”, le pietre levigate dotate di maniglia, con le quali si gioca a curling e le caratteristiche scopette che servono a correggere la traiettoria sul ghiaccio. Lo “stone” è lanciato imprimendo un effetto curvilineo verso un area contrassegnata da tre cerchi sulla quale vengono conteggiati i punti. Improprio paragonarlo alle bocce, il curling è un misto di abilità, tattica e strategia per cui questo sport è stato soprannominato gli “scacchi su ghiaccio”. Prima pressoché sconosciuto, il curling è stato preso in simpatia, soprattutto dai giovani, anche in Italia in occasione delle Olimpiadi di Torino del 2006 e ha mantenuto un discreto numero di appassionati nel pinerolese.