19
Ven, Lug
95 New Articles

Un altro santo dal Piemonte

Appuntamenti
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Un altro piemontese sarà presto proclamato santo. Si tratta di don Giuseppe Allamano, fondatore dell'Istituto Missioni Consolata.

Nato a Castelnuovo Don Bosco nel 1851 e morto a Torino nel 1926, don Giuseppe Allamano (che tra l’altro era nipote di San Giuseppe Cafasso) fu zelante rettore del Santuario della Consolata e si si contraddistinse per la formazione di missionari che oggi, attraverso le congregazioni da lui fondate, operano in diverse parti del mondo.

Fu tra i promotori della Giornata Missionaria mondiale che si celebra ogni ottobre.  “È l’impegno missionario di tutta la Chiesa, anche di quella torinese che sull’esempio dell’Allamano e dei ‘santi sociali’ che illuminarono la città nell’Ottocento e nel Novecento si sente chiamata a portare il Vangelo nella vita di tutti gli uomini e tutte le donne, qui ed oggi”, ha commentato l’arcivescovo di Torino Roberto Repole dopo l’annuncio della prossima canonizzazione di don Allamano.