13
Gio, Giu
111 New Articles

Verso il Giubileo del 2025

Appuntamenti
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Il Papa con la bolla “Spes non confundit (la speranza non delude) ha ufficialmente indetto il Giubileo ordinario dell’anno 2025.

La Porta Santa della Basilica di San Pietro sarà aperta il 24 dicembre 2024 e chiuderà i battenti il 6 gennaio 2026. Il tema è “Pellegrini di Speranza”.

Questo anno giubilare si pone in continuità con il precedente Giubileo della Misericordia del 2015/2016 e con quello successivo del 2033, in occasione dei 2000 anni della Redenzione. Il leit motiv dell’evento sarà dunque la speranza in un tempo in cui “incontriamo spesso persone sfiduciate, che guardano all’avvenire con scetticismo e pessimismo, come se nulla potesse offrire loro felicità”.   

Si guarda innanzi tutto alla speranza “della pace per il mondo, che ancora una volta si trova immerso nella tragedia della guerra. Immemore dei drammi del passato, l’umanità è sottoposta a una nuova e difficile prova che vede tante popolazioni oppresse dalla brutalità della violenza”.

Papa Francesco rilancia poi due appelli. Il primo è quello di istituire “con il denaro che si impiega nelle armi un Fondo mondiale per eliminare la fame”. Il secondo è la richiesta di condonare i debiti ai Paesi che non sono in condizione di rimborsarli: “prima che di magnanimità, è una questione di giustizia. C’è infatti un vero ‘debito ecologico’, soprattutto tra il Nord e il Sud”.