11
Sab, Lug
78 New Articles

100 anni di Karol

Appuntamenti
F
Typography

Un mese fa erano attesi, in piazza San Pietro, migliaia di pellegrini per festeggiare i cento anni della nascita di San Giovanni Paolo II,

ma la pandemia non lo ha permesso.

Karol Wojtyla era nato il 18 maggio 1920 a Wadowice in Polonia. Aveva 9 anni quando perse la mamma Anna;  tre anni dopo morì anche il fratello Edmund ventiseienne, medico, contagiato da una paziente. Con il padre Macjiej - siamo nel 1938 - si trasferisce a Cracovia dove studia filosofia. Si mantiene lavorando in una cava di pietra. Nel 1946 riceve l’ordinazione sacerdotale e va a Roma per studiare all’Angelicum. Nel ‘48 è parroco a Cracovia. Dieci anni dopo è consacrato vescovo. Partecipa al Concilio Vaticano II dal ‘62 al 65’. Dal 1964 è arcivescovo di Cracovia, Paolo VI lo crea cardinale nel ‘67. Nel 1978 è eletto papa. “Ho avuto paura nel ricevere questa nomina, ma l’ho fatto nello spirito di ubbidienza a nostro Signore, nella fiducia totale verso sua madre, la madonna santissima”. Queste le prime parole pronunciate dal loggione del Vaticano rivolte ai fedeli in attesa. Il pontificato del primo Papa polacco è stato intensissimo, denso di eventi e incontri storici. Con il grande  Giubileo del 2000 la Chiesa è entrata nel terzo millennio. 

In molti hanno definito Karol Wojtyla “un gigante della fede”. Le parole di Papa Francesco in occasione del centenario della nascita: "Oggi possiamo dire che 100 anni fa il Signore ha visitato il suo popolo. Ha inviato un uomo, lo ha preparato per fare il vescovo e guidare la Chiesa”. Instancabile, Giovanni Paolo II ha fatto 104 viaggi internazionali, il primo in Messico, l’ultimo a Lourdes; 42 sono state le visite pastorali in Italia; 1.243.700 i Km percorsi pari a 31 volte il giro del mondo; 952 giorni fuori dal Vaticano (due anni e sette mesi). Ai giornalisti in occasione del suo centesimo viaggio ebbe a dire: “E’ risuonato con particolare intensità e urgenza il comando di Gesù. Andate il tutto il mondo e predicate il Vangelo ad ogni creatura”.

Ha proclamato 1319 nuovi beati e 482 santi. Ha scritto 14 encicliche, 13 esortazioni apostoliche, 9 costituzioni apostoliche. “Santo subito!”, gridarono il giorno del suo funerale. La causa di beatificazione di Giovanni Paolo II è stata veloce. C’era un milione di persone in piazza S. Pietro quel 27 aprile 2014, quando Papa Francesco assieme all’emerito Benedetto XVI, lo ha proclamato santo.  

Aprite, anzi spalancate le porte a Cristo!”, il suo forte invito continua a risuonare.

M.A.