13
Gio, Giu
111 New Articles

Nigeria, una guerra dimenticata

Dai gruppi
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

La Fondazione ACS – Aiuto alla Chiesa che Soffre cita un articolo, a firma di Joe Parkinson e Drew Hinsha, recentemente pubblicato sul Wall Street Journal.

La Nigeria «è nel suo quindicesimo anno di guerra con Boko Haram e con un ramo dello Stato Islamico, i quali continuano a rapire i bambini sotto la minaccia delle armi. È uno dei conflitti dimenticati dal mondo, eclissato dalla guerra di Israele a Gaza e da quella della Russia in Ucraina».

Il pezzo è dedicato a Maryam e Halima Ali Maiyanga, due sorelle sequestrate nel 2014 a Chibok da Boko Haram insieme ad altre 274 ragazze, 82 delle quali ancora disperse. «Le adolescenti sono diventate maggiorenni insieme in prigionia, la maggior parte di loro cristiane che hanno cercato di mantenere la propria fede sussurrando insieme preghiere di notte o scrivendo passaggi della Bibbia in un taccuino segreto - prosegue l’articolo del Wall Street Journal - Oggi, a dimostrazione di come anche le tragedie più scioccanti possano diventare ordinaria amministrazione, in Nigeria si verificano regolarmente rapimenti di massa di scolari», eventi che tuttavia «vengono a malapena registrati: il mese scorso, una banda criminale ha rapito 287 alunni da una scuola nella città di Kuriga, nel nord della Nigeria. Si è trattato di uno degli sconcertanti 735 rapimenti di massa avvenuti dal 2019».