25
Ven, Set
57 New Articles

Buona cena, stasera

Grani di sale
F
Typography
Perché vi accada di cenare con Papa Francesco, tentata la strada del poverello che si aggira attorno al colonnato di piazza San Pietro.

E’ accaduto al signor Palumbo, un bravissimo uomo tutto famiglia, chiesa e lavoro, quando passeggiava, come suo solito, nei pressi della piazzetta di via della Conciliazione, davanti al Vaticano.
Padre Konrad Krajewski l’aveva notato in quei giorni. Un uomo umile, ma che ispirava bontà, cosicché lo interpellò. Erano le 19, gli disse: “Son Padre Konrad, vuol fare due passi con me? Diamo uno sguardo ai giardini vaticani e poi passiamo per la Cappella Sistina…”
“Ma grazie, monsignore!”, sbotta Palumbo. Cammin facendo l’elemosiniere del Papa si informa di lui e poi gli dice: “Verrebbe a cena con me? Così le presento un Amico”. Palumbo trasecola e poi lo segue. L’arco delle campane, uno sguardo ai giardini e poi lì di fianco c’è la casa di S. Marta. “Saremo a cena con Papa Francesco!” . Palumbo non ha il tempo di sbiancare, perché sono già in Santa Marta e poi nel grande refettorio, primo tavolo entrando da sinistra. A tavola ci sono tre sacerdoti, uno è vestito di bianco e due ospiti laici: Palumbo ed un altro amico fortunato. Il Segno di Croce guidato dal Papa e quindi la minestra di verdure, poi la purea e una fetta di toma dal gusto favoloso. Anche il bicchiere di vino.
P&N