20
Dom, Ott
64 New Articles

Chiesa silente

Grani di sale
Typography

Il dott. Marco Travaglio è un buon giornalista, a prescindere dalle idee. I suoi articoli sono sempre arguti. Lo conobbi quand’era studente liceale al Valsalice, in occasione di un corso di Esercizi Spirituali ai maturandi del classico. Diventammo pure amici.

Adesso è direttore del giornale Il Fatto Quotidiano che qualche settimana fa ha pubblicato un articolo che si intitolava “Silenzio assordante”, dove si criticava la Chiesa Cattolica italiana per prolungati silenzi e mancanza di grinta di fronte ai problemi del nostro tempo che alienano molti fedeli. La Chiesa d’oggi non è più quella del Card. Camillo Ruini che era di casa nell’agone politico.

La cosa non è un male: libera Chiesa in libero Stato…

Certo, troppo silenzio non è neanche un bene: ci vuole un saggio equilibrio.

Con il giornale di Travaglio sono d’accordo su una cosa: è bene che la Santa Madre Chiesa parli di più sulla dottrina della Fede. I credenti si sentono troppo soli sul vivere i principi fondamentali come i Comandamenti, i Sacramenti, la realtà della Grazia di Dio ed anche sui capisaldi della vita morale cristiana. Su queste cose concordo nel dire che la Chiesa dovrebbe ribadire ciò che conta senza, naturalmente, tralasciare gli obblighi della carità e dell’accoglienza.

Ecco, la Chiesa non si fermi solamente ai doveri sociali dei cristiani, ma ribadisca i principi del credere. Penso che ciò sarebbe utile in questo tempo di esasperato individualismo,  amoralità e perdita del senso di appartenenza.

La cristianità è un Gregge che i Pastori devono condurre con carità e decisione chiara come il sole…

P&N