19
Ven, Lug
95 New Articles

Il partito di maggioranza è quello del "non voto"

Società e cultura
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

In occasione delle consultazioni di giugno il primo partito è stato sicuramente quello del “non voto”: un nichelinese su due ha deciso di non andare a votare, praticamente la maggioranza assoluta.

A parte vari referendum nel passato, questa volta è stato toccato il record minimo di affluenza alle elezioni: 49,25% per le regionali e 50,12% per le europee. 

EUROPA

Per restare ai “votanti” sono state due le forze politiche pienamente soddisfatte del risultato elettorale in città: il PD, che recupera e torna a essere il primo partito a Nichelino con il 26,99%, e Fratelli d’Italia che con il traino di “Giorgia” ottiene il 25,29% aumentando ancora rispetto ai voti delle 2022.

Soddisfatti anche Verdi e Sinistra con il 9,91%, mentre i 5 Stelle continuano a vedere ridimensionata la loro consistenza con il 13,81% dei voti (-3% rispetto al 2022).

Dopo il botto del 2019, perde un sacco di voti la Lega assestandosi al 6,92%, superata da Forza Italia che recupera qualche punto percentuale.

Italia Viva/Più Europa, la formazione di Renzi e Bonino, ottiene un misero 2,74% così come Azione di Calenda al 2,35%: è evidente che la strada di andare divisi alle urne non ha pagato.

Qualche dato sulle preferenze. Bene la candidata locale del Movimento 5 Stelle, Antonella Pepe, che in città ha ottenuto 491 voti e un buon risultato nella circoscrizione (ai tempi dei 5 Stelle in ascesa non sarebbe andata distante dal seggio al Parlamento Europeo). La più votata è stata Giorgia Meloni, indicata da 1226 nichelinesi. Il generale Vannacci ha ottenuto 344 preferenze, più di Ilaria Salis (313). Cecilia Strada ha conseguito 355 voti di preferenza, Mimmo Lucano 247.

REGIONALI

La coalizione di Cirio ha vinto anche a Nichelino, sia pure di un soffio, mentre per quel che riguarda i voti delle liste è stato confermato alle elezioni regionali il trend delle europee con PD al 31,59% e Fratelli d’Italia al 20,27%. Il divario tra i due partiti più votati è aumentato a favore dei dem, grazie al traino di candidati locali. Ottimo risultato di Alleanza Verdi e Sinistra (10,98%), in questo caso grazie a Valentina Cera, candidata locale che ha ottenuto a Nichelino più di 800 preferenze in città e oltre 3000 nel collegio. È stata così eletta in Consiglio Regionale.

Forza Italia con l’8,55% ha sorpassato la Lega che si è fermata al 6,55%, mentre il Movimento 5 Stelle ha superato di poco il 10%.

Diego Sarno, consigliere regionale uscente del PD, ha ottenuto oltre 1300 preferenze in città, circa 300 in meno della scorsa volta. Il buon risultato complessivo però non gli ha consentito di riagganciare la rielezione, a causa della concorrenza a sinistra da parte di Valentina Cera e dell’affollamento di candidati PD a Moncalieri. Qui il numero di preferenze per l’ex consigliere regionale nichelinese è stato inferiore alle aspettative. Sarno potrebbe comunque rientrare a breve come assessore alla cultura a Nichelino, rimettendo in movimento gli equilibri politici locali e aprendo ufficiosamente il sipario sui candidati PD alla successione del sindaco Tolardo (Bonino, Pansini o magari lo stesso Sarno). 

Red

 

I risultati a Nichelino

 

ELEZIONI EUROPEE

Partito Democratico 4.751 (26,99%)

Fratelli d'Italia 4.452 (25,29%)

Movimento 5 Stelle 2.431 (13,81%)

Alleanza Verdi e Sinistra 1.745 (9,91%)   

Forza Italia - Noi Moderati 1.366 (7,76%)

Lega Salvini 1.218 (6,92%)

Pace Terra Dignità 486 (2,76%)

Stati Uniti d'Europa 483 (2,74%)  

Azione con Calenda 413 (2,35%)

Cateno De Luca - Libertà 168 (0,95%)

Alternativa Popolare 68 (0,39%)

Rassemblement Valdôtain 23 (0,13%)

***
Votanti 18.779 (50,12%) - Bianche 267 - Nulle 907



ELEZIONI REGIONALI

ALBERTO CIRIO 7.566 (42,75%)
Fratelli d’Italia 3.250 (20,27%)
Forza Italia - Udc 1.372 (8,56%)
Lega Salvini 1.060 (6,61%)
Lista Cirio Presidente 1.042 (6,50%)
Noi Moderati 63 (0,39%)

GIOVANNA PENTENERO 7.485 (42,29%)
Partito Democratico 5.066  (31,59%)
Alleanza Verdi Sinistra 1.758 (10,96%)
Stati Uniti d’Europa 253 (1,58%)
Lista Pentenero Presidente 129 (0,80%)
Piemonte ambientalista e solidale 88 (0,55%)

SARAH DISABATO 2.218 (12,53%)
Movimento 5 Stelle 1.632 (10,18%)

FRANCESCA FREDIANI 227 (1,28%)
Piemonte popolare 174 (1,08%)

ALBERTO COSTANZO 203 (1,15%)
Libertà Piemonte 150 (0,94%)

***
Votanti 18.764 (49,25%) - Bianche 238 - Nulle 827

(Nella foto una celebre vignetta di Staino)