19
Ven, Lug
60 New Articles

Curiosità sull’Unione Europea

Grani di sale
Typography

Nel sito ufficiale della UE c’è una pagina dedicata alla bandiera dell’Unione, il vessillo blu con le 12 stelle in cerchio.

L’immagine è spiegata così: l’azzurro è un colore di speranza e di ottimismo. La corona di 12 stelle vuole rappresentare la solidarietà tra i Popoli e l’armonia nel Continente  europea. Il numero delle stelle è simbolo di perfezione e ci ricorda le ore del giorno, i mesi dell’anno e il tempo che va speso bene.

Comunque è risaputo che l’attuale bandiera fu scelta dal Consiglio d’Europa nel 1955 privilegiandola tra le oltre cento proposte presentate al concorso. A disegnare il simbolo fu il pittore Arsène Heitz, cattolico, che si ispirò alle 12 tribù d’Israele e alle 12 stelle che incoronano la testa della Madonna.
Sul numero delle stelle ci fu una serrata discussione, risolta dal Segretario Generale Léon Marchal (leggo su alcuni appunti della signora Vanna Franchino Bergoglio) il quale suggerì il 12 pensando proprio alla Madonna descritta nel dodicesimo capitolo dell’Apocalisse: “Un grande segno apparve in  cielo, una donna vestita di sole, la luna sotto i suoi piedi e sul capo una corona di dodici stelle”. Si narra che Léon Marchal uscì dalla sala dicendo forte all’amico belga Paul Levy, presidente della commissione giudicatrice: “Abbiamo ritrovato la festa dell’Assunzione della Madonna”. Paul Levy, intellettuale ebreo che aveva abbracciato il cristianesimo, ben conosceva i simbolismi biblici.

Nella cerimonia inaugurale del vessillo il ministro irlandese presidente del Consiglio d’Europa esclamò. “Signori, ho l’onore di presentarvi la bandiera che segnerà a lungo la pace del Continente: che Dio la benedica!”.

Coincidenza: l’approvazione della bandiera accadde l’8 dicembre 1955, festa dell’Immacolata Concezione. Altra coincidenza: i trattati di Roma per la nascita dell’Europa Unità furono firmati il 25 marzo 1957, festa dell’Annunciazione!

P&N