04
Mar, Ago
36 New Articles

Layra, pericolo costante

Cronaca
F
Typography

In occasione delle recenti forti piogge il canale Layra ha di nuovo creato una certa apprensione e in alcuni punti è esondato, fortunatamente senza provocare grossi danni.

Il canale, che fa parte dell’antica rete di “bealere” per l’irrigazione agricola, è quasi sempre in secca, ma in caso di abbondanti precipitazioni raccoglie una quantità d’acqua superiore alla propria capacità di portata. Il percorso della Layra parte da un pozzo/fontanile che si trova dietro al cimitero di Stupinigi, attraversa via Debouchè, costeggia la zona industriale della Viberti, via Scarrone passando poi sotto via Torino all’altezza dell’incrocio con via Salemi e sotto la tangenziale. Fiancheggia quindi via Buffa per immettersi nel canale dei Mulini (diramazione del Chisola) nei pressi della cascina Rusca.

La Layra scorre a monte del centro abitato di Nichelino, taglia perpendicolarmente la naturale pendenza del territorio (tra Stupinigi e Nichelino ci sono 20 metri di dislivello) e quindi rappresenta un potenziale pericolo per un’area piuttosto vasta. Negli ultimi decenni ha provocato diversi allagamenti nella zona di via Scarrone e di via Buffa. Per alcuni tratti il canale è stato intubato ed il letto è spesso ostruito da detriti. Nel passato il flusso delle acque e la pulizia erano gestiti da un apposito consorzio che però, con la scomparsa delle  attività agricole, ha cessato da tempo l’attività.

Di fatto nessuno provvede più alla manutenzione del canale. Nessuno si ricorda della Layra… ma lei ogni tanto si ricorda di noi.