17
Mer, Apr
98 New Articles

Alberi abbattuti e platanti da potare

Cronaca
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

In questo inverno 2023/2024 sono stati abbattuti oltre 750 alberi nei parchi e nei giardini pubblici di Nichelino.

L’operazione su vasta scala ha riguardato in maniera particolare il Boschetto, dove al termine delle operazioni il legname di risulta è stato ammucchiato in grandi cataste.

Le tre ultime estati di grande siccità sono state fatali per diverse specie arboree, anche se non pare questa l’unica causa dell’improvvisa moria, provocata da non meglio precisate malattie e infezioni fungine.  Sta di fatto che gli alberi sono seccati a centinaia e quindi il Comune ha dovuto fare ricorso a drastiche soluzioni per la messa in sicurezza, soprattutto per evitare rischi all’incolumità delle persone. Nell’immediato dovrebbero essere piantumati 150 nuovi alberi in sostituzione di quelli abbattuti, mentre sono già disponibili 400 piantine ancora in vaso, donate dalla Regione Piemonte. Ci vorrà però almeno qualche anno prima che tornino a far ombra.

Nel caso del parco Miraflores, dove sono rimaste vaste aree completamente scoperte, potrebbe essere adottata la tecnica del bosco ceduo consentendo la crescita spontanea di nuovi alberi dalle ceppaie di quelli abbattuti. 

Intanto è tempo di potatura per le piante rimaste in vita. Destano qualche preoccupazione i grandi platani di piazza della Libertà. Un modesto intervento di potatura era stato effettuato solo due anni fa, ma le chiome sono rimaste di notevole entità con evidente pericolo in caso di forte vento. In più alla base dei tronchi si sono sviluppati numerosi polloni che tendono a indebolire il fusto principale.