17
Mer, Apr
98 New Articles

Agricoltori esasperati per i cinghiali

Cronaca
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Le due strade aperte al traffico veicolare che attraversano il parco di Stupinigi continuano ad essere esposte al pericolo di incidenti provocati dall’attraversamento di cinghiali.

Un altro sinistro si è verificato qualche settimana fa sulla provinciale per Vinovo, per fortuna senza danni fisici a persone, mentre l’animale di media taglia è morto sul colpo nell’urto con una vettura seriamente danneggiata.

Aumenta anche il senso di frustrazione tra gli agricoltori della zona per i problemi provocati alle colture dalla fauna selvatica. Come è noto nel parco di Stupinigi da sempre sussistono ampie estensioni di campi coltivati, puntualmente oggetto di incursione da parte di branchi di cinghiali notevolmente aumentati di numero negli ultimi anni. La campagna di contenimento e di abbattimento selettivo varata dalla Regione procede a rilento o quanto meno non ha dato gli esiti sperati.

In Piemonte i cacciatori possono sparare direttamente ai cinghiali. I coltivatori diretti non in possesso di porto d’armi, dopo aver fatto domanda e frequentato un corso, possono utilizzare apposite trappole. Si tratta di gabbie metalliche dove viene posta un’esca e dove il peso dell’animale aziona un meccanismo che fa scattare la chiusura della gabbia. Proprio a Stupinigi però alcuni coltivatori lamentano casi in cui le gabbie sono dolosamente manomesse da ignoti per impedirne il funzionamento: si tratterebbe di difensori ad oltranza del cinghiale, comunque contrari alla cattura e all’abbattimento.