21
Mer, Ago
11 New Articles

Alle prese con le zanzare

Cronaca
Typography

E’ tornata l’estate e sono tornate le zanzare. A dar man forte alla “comune” negli ultimi anni è arrivata la zanzara “tigre”

che, a differenza della cugina, colpisce anche e soprattutto di giorno. Punge di preferenza all'aperto, ma se trova le porte aperte non disdegna le abitazioni. Staziona abitualmente nei pressi del suolo (per questo il primo bersaglio sono piedi e caviglie) e generalmente non si allontana più di duecento metri dal punto in cui è nata. Il fatto è che pure il balcone di casa può diventare un focolaio di zanzare tigre. Basta una piccola superficie di acqua stagnante (come un sottovaso o una grondaia otturata) e il gioco è fatto.

Per questo la prima misura suggerita a tutti dalla campagna di prevenzione della Regione Piemonte, alla quale ha aderito anche il Comune di Nichelino, si pone l’obiettivo di ridurre le potenziali fonti di proliferazione: contenitori lasciati alla pioggia, bidoni e cisterne negli orti e nei cantieri, pneumatici usati depositati all’aperto, caditoie e tombini. Oltre alla prevenzione sono previsti piani di disinfestazione nelle aree verdi pubbliche per contenere la diffusione degli insetti

Oltre alle fastidiose punture la zanzare possono diventare veicolo di pericolose malattie. Un certo allarme hanno suscitato recenti casi, registrati anche in Italia, di virus in precedenza diffusi solo nelle aree tropicali e sub tropicali come il Chikungunya che provoca febbre, mal di testa e dolori articolari con possibilità di complicazioni o come la temibile febbre del Nilo.