17
Mer, Apr
98 New Articles

21 consiglieri, 3 assessori, un sindaco e una sindaca

Incontri
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Giovedì 29 febbraio durante il Consiglio Comunale ordinario si è svolta anche la cerimonia di proclamazione del nuovo Consiglio Comunale delle Ragazze e dei Ragazzi.

Sono stati eletti un sindaco e una sindaca, tre assessori e 21 consiglieri/e. Finalmente, dopo alcuni anni, riparte questo importante progetto rivolto alla scuola primaria e secondaria di primo grado.

A Nichelino il primo CCRR era stato eletto nel 2006 e da allora questa iniziativa ha dato la possibilità a centinaia di studenti e studentesse di conoscere e sperimentare i valori della partecipazione realizzando progetti per migliorare la vita del Comune.

La formula vincente di questa iniziativa è la collaborazione tra scuola, amministrazione comunale e famiglie.

Il CCRR di Nichelino è iscritto nel Registro Ufficiale dei Consigli Comunali dei Ragazzi/e della Regione Piemonte, ufficialmente istituito dal Consiglio Regionale nel 2008, e ha partecipato a tutti i raduni e concorsi organizzati in questi anni. La ripartenza di questo progetto è stata la presentazione di una mozione da parte del gruppo della lista Chreo, condivisa con i capigruppo della maggioranza e votata all’unanimità da tutti i gruppi politici presenti in Consiglio Comunale. “Questo è un esempio di buona politica – aggiunge Vincenzo Cutri, consigliere di Chreo – tutti i gruppi hanno le proprie idee, si confrontano, discutono anche in modo acceso, ma quando si tratta di valorizzare progetti che riguardano i giovani, la crescita civile e la prevenzione del disagio giovanile tutti si impegnano e si decide all’unanimità”.

Successivamente l’Assessore all’istruzione Alessandro Azzolina con gli uffici competenti ha concretizzato l’iniziativa, istituendo il nuovo regolamento e organizzando le nuove elezioni. La novità è stata la partecipazione degli studenti e delle studentesse di tutti gli istituti comprensivi del territorio e l’elezione di un sindaco e di una sindaca, in un’ottica di concreta parità tra uomini e donne.  Candidati e candidate hanno presentato quattro programmi. Il progetto più votato è stato “Stop al bullismo”, seguito da “Scuola green”, “Storia e tradizioni della nostra città” e “Pari lo Impari”.