26
Ven, Feb
97 New Articles

Le opere di Ungarelli richieste ad Assisi

Incontri
F
Typography

Si preannuncia un’altra bella pagina per le opere di Massimiliano Ungarelli, artista nichelinese che da oltre un anno presenta i suoi quadri dedicati alle tematiche dell’immigrazione e al dramma dei profughi.

Per la prossima estate gli è stato chiesto di portare una sua mostra ad Assisi alla “Porziuncola”, uno dei luoghi francescani più rappresentativi, meta di pellegrinaggio da tutto il mondo. Covid permettendo, l’esposizione allestita presso la basilica Santa Maria degli di Angeli (che contiene la famosa cappella della Porziuncola) si svolgerà da luglio a settembre. Il tema sarà la "Fratellanza per la ripartenza”.

Prima del lokdown Ungarelli aveva già esposto una ventina di pannelli per la mostra “In fuga da Nazareth. Profughi di ieri e di oggi” , promossa e organizzata dall’Associazione Culturale Midrash al museo diocesano di Torino e presso la sede dell’Ufficio per la Pastorale dei Migranti. Nel frattempo l’artista nichelinese ha continuato a realizzare nuove opere ed è pronto presentare una nuova serie di pannelli, realizzati con la stessa tecnica e sulle stesse tematiche.

La buona notizia da Assisi è giunta in anteprima tramite fra Marco, frate cappuccino presso la parrocchia Madonna di Campagna, mentre era in partenza per l’isola africana di Capo Verde, dove ha sede da oltre 70 anni una missione della provincia dei Cappuccini di Torino.

Il progetto dell’Associazione Culturale Midrash vuole anche essere un aiuto concreto: metà dei ricavati della vendita dei quadri e delle ristampe, contribuiscono alla raccolta di fondi da destinarsi a famiglie di profughi.