24
Ven, Gen
47 New Articles

Zust Ambrosetti ha iniziato l'attività

Quick News
Typography

A partire dai primi giorni di marzo l’area ex-Viberti è ritornata a vivere. L’azienda AF Zust Ambrosetti, società leader nel settore della logistica e dei trasporti, che ha acquisto l’intero complesso dall’Acerbi Veicoli Industriali

per 15 milioni di euro, ha incominciato l’attività nel primo capannone ed entro maggio è prevista l’entrata in esercizio di un secondo ora in fase di ristrutturazione. 

Nei prossimi giorni il Comune di Nichelino e la proprietà definiranno un protocollo d’intesa per stabilire, in collaborazione con l’APL (Agenzia Piemonte Lavoro), le modalità di assunzione di nuovo personale (come addetti alla logistica, ai trasporti, alla movimentazione e allo scarico merci).

I dettagli sul recupero della grande struttura dismessa (si tratta di un'area di 260.000 mq, mentre il capannone principale misura circa 18.000 mq) sono stati resi noti nel corso di una conferenza stampa che si è svolta a febbraio  nell'area di cantiere.

Tra i positivi effetti  si è vista anche una prima pulizia degli spazi esterni   che negli ultimi anni erano diventati una sorta di discarica abusiva a cielo aperto, senza contare la situazione di degrado in cui versava l’interno dell’ex stabilimento.

Il sindaco Giampiero Tolardo ha rivendicato il merito di non aver ceduto alle pressioni di realizzare l’ennesima shopville. Dopo un lungo braccio di ferro con la precedente proprietà è stata mantenuta la storica vocazione industriale  del sito e non si è modificata la destinazione urbanistica in commerciale, fatto che avrebbe raddoppiato il valore dell’area.  «Siamo entusiasti di questa operazione con una società importante  – ha dichiarato il primo cittadino - Ora si apre una nuova fase e si prevede anche una significativa ricaduta occupazionale sul territorio, sia diretta che attraverso l'indotto».

Zust Ambrosetti  è una società con una lunga storia alle spalle: fondata nel 1906 da Giovanni Ambrosetti e Giovanni Agnelli, quattro anni fa è stata acquisita dalla AF Logistics Spa. Attiva nel settore dei trasporti e della logistica dispone attualmente di  26 depositi, 186 filiali in Europa, 63 punti operativi tra Italia e Francia, 700 mezzi di trasporto e ha circa 500 dipendenti.

Il presidente Antonio Ferrari ha comunicato che sul polo di Nichelino la società intende investire inizialmente 5-6 milioni di euro con la creazione di almeno 100 nuovi posti di lavoro. Si mira a rendere operativa l’intera area entro giugno - luglio di quest’anno: «In questo insediamento sposteremo parte delle attività di Trofarello e faremo di Nichelino uno dei punti fondamentali della nostra attività nazionale e internazionale».

 «L’obiettivo principale - ha spiegato Elena Maria Piatti, general manager - è quello di recuperare tutte le strutture dell’impianto. E' nostra intenzione operare anche un recupero conservativo, cercando di mantenere vivo il ricordo di una storia occupazionale e produttiva significativa per Nichelino. Prevediamo anche un open-day al quale inviteremo gli ex-dipendenti Viberti, allestendo la sede con materiale iconografico del passato”.

Giampaolo Foppiani, responsabile operativo del progetto, così sintetizza i piani  per il complesso di viale Matteotti: “diventerà un hub fondamentale per le spedizioni in Piemonte, ma anche come direttrice verso il mercato estero”.