19
Ven, Lug
95 New Articles

Passeretti e la Bipol'Art

Accade
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Carlo Passeretti è un artista che non ha bisogno di presentazioni. Credetemi sulla parola, questa frase non gli piacerà. In generale non ama che si parli di lui, preferisce non essere nominato, evita gli eventi per i quali dona con generosità le sue opere.

Sta sempre un passo indietro rispetto alla sua arte, lascia che siano le opere a farsi strada tra le persone che le sanno apprezzare. La sua più recente intuizione artistica è la Bipol’Art.

Si tratta di quadri che hanno una parte fissa e panelli mobili con le due facce diverse, pensate per cambiare aspetto; il primo elemento interessante della Bipol’Art è proprio la sua attitudine al cambiamento: l’opera non è intoccabile, la si può modificare. Il secondo tema che questi nuovi lavori di Passeretti portano alla luce è il tema della bipolarità, comune a tutti noi. Ogni giorno entriamo in relazione con persone e situazioni diverse e tendiamo a modellare i nostri comportamenti e le nostre risposte, irrazionali o coscienti, per motivi personali e per convenzioni sociali. La Bipol’Art descrive la nostra malleabilità nei confronti del mondo esterno. Così un quadro diventa più vivido o più ombroso in base alla parte che in quel momento desideriamo inserire nella cornice fissa. Si tratta di opere interattive, che coinvolgono attivamente chi ne fruisce e che, in questo caso, è chiamato a determinarne l’aspetto ogni volta che sceglie il volto dell’opera da mostrare.

La Bipol’Art è la rappresentazione del nostro agire quotidiano: siamo attori che nel corso di una giornata passano attraverso molti ruoli e cambiamenti di umore. La Bipol’Art ci ricorda, per citare Luigi Pirandello, che siamo personaggi in cerca d’autore.

Lo slogan che ha creato il maestro è “Non fermart’art a prima vista anche l’arte è Bipol’art”. Trovate le opere di Carlo Passeretti sulla sua pagina Facebook e nel suo atelier, per fare un’esperienza diretta di Bipol’Art. Lo studio è in via San Francesco d’Assisi 5 a Nichelino ed è aperto solo al mattino.

Miranda Martino