20
Dom, Gen
61 New Articles

Ancora troppe scene come questa!

Civis
Typography
Qualcuno ha pensato bene di disfarsi della vecchia camera da letto scaricando il tutto sul marciapiede accanto ai cassonetti per la raccolta differenziata della plastica e del vetro.
“Tanto passa il camion e porta via tutto”, avrà pensato. Invece quando arriverà il mezzo non potrà caricare quel materiale di legno o truciolato, anzi sarà ostacolato nelle manovre di aggancio e svuotamento dei cassonetti. Dovrà intervenire un camioncino apposta.

Comportamenti come questo sono purtroppo ancora molto diffusi e fanno lievitare ogni anno il costo della bolletta dei rifiuti per tutti. Se l’ignoto scaricatore è arrivato lì con un furgone poteva fare qualche chilometro in più e portare il suo vecchio guardaroba all’ecocentro. Se abita nelle vicinanze e ha fatto a piedi la spola con la sua mercanzia, poteva telefonare al servizio ritiro rifiuti ingombrati del Covar. Gli avrebbero detto quando lasciare il materiale sottocasa e sarebbero passati a ritirarlo di lì a poche ore. Invece questa indecorosa discarica a bordo strada e in pieno centro città è rimasta lì per giorni e giorni, per giunta bloccando il passaggio dei pedoni sul marciapiede. Ma non sempre gli “scaricatori” riescono a farla franca. Qualche settimana fa la Polizia Municipale, grazie alla telecamera, è riuscita ad identificare due persone che, arrivate con un camioncino, scaricavano rifiuti in via Gozzano in un punto che spesso viene usato come discarica abusiva. Oltre alla multa è scattata la denuncia penale e certo quel viaggio costerà loro molto caro. L’Ecocentro del Covar 14 in via Mentana 33 a Nichelino (zona industriale Sotti Vernea) è aperto dal lunedì al venerdì ore 9 - 12 e 15-18; sabato orario continuato ore 9-17; domenica ore 9 – 11 (festivi esclusi). Oltre ai rifiuti ingombranti possono essere portati carta, imballaggi in cartone e in plastica, lattine, vetro, abiti, neon, frigoriferi e climatizzatori, lavatrici, lavastoviglie, tv e pc, piccoli elettrodomestici, oli vegetali e minerali, vernici, legno, oggetti di plastica, rifiuti metallici, sfalci e potature, toner  per stampa esauriti, pneumatici fuori uso, calcinacci e materiali inerti provenienti da demolizioni, batterie ed accumulatori al piombo, tappi in sughero.
Per il conferimento di rifiuti è sufficiente esibire all’ingresso dell’ecocentro la tessera con il codice fiscale. Le attività commerciali devono invece munirsi dell’apposita “eco card”. Il personale incaricato spiegherà come suddividere e collocare il materiale all’interno dell’ecocentro.
Per il servizio di raccolta rifiuti ingombranti a domicilio basta effettuare la prenotazione al numero verde del Covar: 800.639.639 (da cell. 011.9698800).