25
Sab, Set
78 New Articles

Per aderire all'appello TUTELIAMO GLI ANZIANI

Iniziative
F
Typography

Il mese scorso si sono riuniti presso l’Oratorio della Parrocchia Madonna della Fiducia di Nichelino vari rappresentanti locali delle Organizzazioni Sindacali dei Pensionati (SPI, FNP, UILP) e di Associazioni (ACLI, AUSER Volontariato, CARITAS, Circolo ARCI 1° MAGGIO, Commissione Pastorale Sociale e Lavoro U.P.55 ) per avviare un percorso di riflessione-approfondimento sulle realtà di fragilità sociale, sulle condizioni di vita delle persone anziane e per promuovere nel territorio di Nichelino, l’adesione all’APPELLO PUBBLICO PER I DIRITTI DEGLI ANZIANI (clicca qui)

 

L’appello “E’ il momento di cambiare, TUTELIAMO GLI ANZIANI per un futuro migliore di tutti”, è stato promosso a livello regionale dalle OO.SS dei Pensionati (SPI CGIL, FNP Cisl, UILP UIL), dal CIPES Piemonte, da La Bottega del Possibile e da Acli Piemonte e Torino. Molte ed autorevoli le adesioni al manifesto regionale tra cui (Ordine dei medici di Torino, Diaconia Valdese Valli, Mons. Cesare Nosiglia Arcivescovo della Diocesi di Torino, Forum del Terzo Settore Piemonte, Mimmo Lucà Presidente del Consorzio Servizi Sociali CIDIS, CNA pensionati Piemonte…)

Si costituisce quindi il Comitato locale di Nichelino a sostegno dell’appello, si avvia una raccolta firme e si richiede all’Amministrazione Comunale di Nichelino di convocare il Tavolo Anziani per presentare formalmente l’appello e per chiederne la sottoscrizione istituzionale.

L’adesione all’appello è aperta ai cittadini, alle organizzazioni e alle realtà associative del territorio di Nichelino.

Chi volesse aderire può segnalarlo a:

  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • https://fb>.com/tuteliamoglianziani
  • https://twitter.com/anziani

Inviare anche all’attenzione di Alessio una email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  per confermare l’adesione e sottoscrizione dell’appello pubblico al Comitato di Nichelino.