26
Dom, Set
78 New Articles

Si pensa all'estate

Iniziative
F
Typography

Le parrocchie sono al lavoro per organizzare le attività estive rivolte ai giovani e ai ragazzi.

Molto però dipenderà dalla possibilità di adeguarsi alle disposizioni ed ai protocolli anti-Covid adottati a livello nazionale e regionale. Si guarda con cauto ottimismo, rispetto al blocco pressoché totale che aveva caratterizzato la scorsa stagione con gruppi piccolissimi e al massimo qualche breve escursione in bicicletta. L’estate 2021 sarà comunque ancora a ritmo ridotto, anche se dopo la chiusura delle scuole alcune attività all’aperto negli oratori e nei centri estivi potranno svolgersi, sia pur con limitazioni nel numero di partecipanti. Si preannuncia invece più complessa la gestione dei “campi estivi” che comportano pernottamento in strutture di casalpina o in tenda. La parrocchia di Maria Regina Mundi per esempio fino all’estate 2019 svolgeva attività nella casalpina di Pradeltorno in Valle Angrogna.

La parrocchia Santissima Trinità organizzava i “campi” utilizzando la Casapaterna di Chateau Beaulard in Valle Susa e il rifugio Maison des Chamois. Per quest’ultima occorrerà tenere presenti anche le disposizioni francesi, in quanto la struttura si trova oltre confine. Al momento, oltre ad un soggiorno culturale per animatori a Firenze, sono stati calendarizzati due campi per adolescenti ed uno per giovani, ma anche qui si è in attesa del via libera, fermo restando che quasi certamente tutti i gruppi, animatori e partecipanti, dovranno essere sottoposti preventivamente a tampone.  

Anche i reparti scout, che tradizionalmente organizzano il campo estivo in autonomia e pernottando in tenda, sono in attesa di verificare la fattibilità delle iniziative per i mesi di giugno e luglio.