01
Dom, Ago
98 New Articles

Primo album da solista per Gabriele Braga

Iniziative
F
Typography

E’ uscito “Reminiscenze”, l’opera prima di Gabriele Braga che sta girando su tutte le piattaforme musicali che contano:

da Spotify a YouTube e I-Tunes. Si tratta di  un album da solista in grado di far apprezzare tutte la capacità artistiche del pianista nichelinese che, composti i brani di apertura e chiusura del disco, ha saputo reinterpretare a suo modo sette brani di Alberto Nemo trascritti per pianoforte.

Gabriele Braga, classe 1993, è un musicista eclettico. Ha iniziato a suonare il pianoforte classico sin da bambino e successivamente si è diplomato giovanissimo a pieni voti presso il Conservatorio "G.Verdi" di Torino. Diversi sono i concerti di musica classica nei quali si è esibito, anche a livello internazionale. Oggi svolge la sua carriera di insegnante e pianista. Negli anni si è interessato ai più disparati generi musicali come il rap, il rock e l'elettronica, che hanno stimolato la sua curiosità e la voglia di sperimentare nuovi linguaggi. Lavora quindi a progetti solistici in cui convergono diversi stili musicali ed estetiche, dividendosi tra pianoforte e tastiere. Collabora anche con diversi artisti italiani come co-produttore, performer e compositore.

Non stupisce allora che un’artista poliedrico come il 33enne Alberto Nemo, musicista e cantante di Rovigo con un altissimo tasso di creatività, oltre ad essere un nome importante nella galassia della sperimentazione, abbia chiesto a Gabriele Braga di riscrivere per pianoforte alcune sue composizioni. L’opera è prodotta da Dimora Records e Mugellini Dischi.

Dopo i primi approcci ed un intenso lavoro comune si è arrivati a questa pubblicazione, la prima che vede il lavoro di Nemo trasposto in una dimensione solamente pianistica. “Sono stato contattato da Alberto Nemo la cui idea iniziale era quella di fare un disco pianoforte e voce; poi la cosa si è evoluta e mi ha proposto un disco di piano solo. E ho accettato molto volentieri: così è nato Reminiscenze”.
La nuova veste musicale dei brani si esprime così in ricche suggestioni: Gabriele Braga ha saputo trasformare le partiture di Alberto Nemo in melodie fluide e cantabili, che scorrono lievi all’ascolto lasciando però infine un inspiegabile sapore, una sensazione di vertigine e malinconia che sono il segno caratteristico dell’opera dell’artista rodigino.

L’album verrà stampato esclusivamente in vinile solo su ordinazione. Per info: https://www.facebook.com/albertonemomusic. La copertina è stata realizzata dall’illustratrice Diana “Didì” Gallese che dipingerà ogni singola copia creando così un “originale” per ciascun esemplare del disco. Insomma un progetto artistico a 360 gradi che prevede anche l’uscita di un libro con spartiti e illustrazioni.

Come tutti gli artisti, in questo momento a dir poco particolare, anche Gabriele Braga spera di poter tornare ad esibirsi dal vivo per suonare le sue “Reminiscenze”. Una data possibile potrebbe essere in ottobre, al prestigioso Mugellini Festival di Potenza Picena.

Giampaolo Flori