17
Mar, Set
52 New Articles

Officine della Memoria

Iniziative
Typography

L'Amministrazione Comunale sta attuando politiche di  valorizzazione e promozione del territorio di Nichelino e Stupinigi, coinvolgendo associazioni e cittadini

con iniziative e azioni che hanno generato nuova attenzione e maggiore consapevolezza del patrimonio storico, culturale e ambientale della nostra Città. Questo humus ha favorito e stimolato la crescita di realtà associative oggi molto dinamiche a Nichelino e Stupinigi e una sempre maggiore affluenza di visitatori alle tantissime iniziative, rassegne ed eventi organizzati.

A proposito di visitatori, da qualche tempo in Nichelino si vedono scolaresche  soffermarsi in determinate zone della città ad osservare - su indicazione di una "guida turistica" - monumenti, palazzi, zone antiche, quasi a dimostrazione che Nichelino può essere oggetto di un "Itinerario Turistico".

Nel 2018 al termine di un progetto didattico per le scuole primarie dal titolo "Nichelino come eravamo..." i servizi comunali e le insegnanti, autori del progetto, si sono interrogati su come proseguire l'esperienza di diffusione della storia di Nichelino e di Stupinigi.

L'occasione è stata propedeutica per riunire intorno ad un tavolo di lavoro diverse realtà: servizi comunali (ufficio Turismo/Grandi Eventi/Gemellaggi, Archivio, Biblioteca, Centro Stampa ...), associazioni, insegnanti, semplici cittadini con il "pallino" della ricerca storica, profondi conoscitori della propria città.

Il primo risultato è stata la volontà di condividere un obiettivo: "portare alla luce la storia passata e recente della nostra città per diffonderla a livello scolastico e valorizzare il patrimonio di Nichelino e Stupinigi".

Ciascuno ha messo a disposizione le proprie competenze e conoscenze condividendo il materiale in proprio possesso. La fase di raccolta ha evidenziato una documentazione di notevole valore storico costituita da testi, materiale fotografico, esperienze di cittadini e associazioni a testimonianza del percorso di sviluppo, sociale ed economico di Nichelino.

Nel frattempo i partecipanti all'iniziativa si sono dati un nome: "Gruppo Officine della Memoria". Da questo lavoro di condivisione  è nato un cofanetto, intitolato appunto  "Officine della Memoria", contenente quattro opuscoli ("Il Nucleo Centrale" – "Le Antiche Cascine" – "Stupinigi" -  "La Storia e lo Sviluppo Urbano") che rivisitano in particolari periodi storici lo sviluppo della città. Il cofanetto, presentato dall'Amministrazione Comunale ai cittadini e agli insegnanti nello scorso autunno, è stato "pensato"  per poter essere utilizzato come strumento turistico/didattico e come pubblicazione di rappresentanza del Comune.

Da qui all'idea di proporre alle scuole quattro "Itinerari Turistici" per scoprire la città il passo è stato breve. Con il coordinamento dell' Ufficio Grandi Eventi/Turismo/Gemellaggi, le classi partecipanti hanno potuto conoscere sul territorio quanto descritto negli opuscoli, accompagnate da Giovanni Villa, guida turistica volontaria.

Così il Borgo Antico di Nichelino ha ri-preso vita, grazie ai figuranti del Gruppo Storico Conte Occelli che, in abiti d'epoca, hanno raccontato della Famiglia Occelli, del “feudo di Nichilino” e delle vicissitudini della nascente contea. Con don Riccardo Robella si è conosciuta l'arte sacra rappresentata in quel gioiello barocco che è la chiesa antica della Santissima Trinità. Grazie al Tenente Alessandro Faedo, Comandante della Tenenza dei Carabinieri di Nichelino, gli studenti hanno potuto conoscere l'operato dell'Arma dei Carabinieri e approfondire la figura di Salvo D'Acquisto, ricordato in una stele in via Torino.

E poi seguendo il filo storico ci si è soffermati presso le lapidi e i monumenti che ricordano i caduti delle guerre mondiali. Dalla storia dell’antica Borgata Palazzo si è passati alla visita del Municipio dove, grazie ad un minuzioso lavoro di ricerca dell'archivista Gabriella Mosso supportata da Gian Carlo Barbero responsabile del Centro Stampa comunale, è stata allestita la prima mostra di documenti antichi. Questo viaggio a ritroso nel tempo è stato costruito su misura per offrire ai giovani visitatori uno scorcio sulle profonde trasformazioni della piccola borgata del “Nichilino” da, quando divenne Comune autonomo ad oggi.

Il gruppo “Officine della Memoria” ha fatto suo l'obiettivo di progettare nuove iniziative, volte alla promozione del territorio, che coinvolgano non solo le scuole, ma tutta la cittadinanza.

E’ doveroso ricordare e ringraziare quanti, a vario titolo hanno collaborato o stanno collaborando a questo progetto:

Dott. Franco Alessio (studioso volontario) - Daniela Boldrini (Associazione Pittori Borgo Vecchio di Nichelino)  Roberto Bottin (Presidente Associazione Polesani Nel Mondo) -  Carlo Bosco (studioso volontario) – Enrica Corso (Insegnante) – Ten. Alessandro Faedo (Tenenza dei Carabinieri di Nichelino) - Dott.ssa Marta Fusi (Fondazione Ordine Mauriziano) - Piera Poggi (Unitre Nichelino) - Dott. Pierbartolo Piovano (ex Sindaco, Presidente onorario Unitre Nichelino) – Don Riccardo Robella (Parroco della parrocchia Santissima Trinità) – Gianluca Ruggiero (Presidente Associazione Il Cammello) – Sig.ri Roccia (Cascina Buffa) -  Erminia Ruggeri (Presidente Associazione Banca Del Tempo) - Marilena Sema (Presidente Gruppo Storico Conte Occelli) –  Giovanni Villa (Unitre – Famija Nichelinese).

Un ringraziamento particolare all'ANC (Associazione Nazionale Carabinieri) per il prezioso servizio di accompagnamento delle classi durante le passeggiate e a tutti i volontari delle associazioni coinvolte.

Maria Lia