17
Sab, Nov
59 New Articles

"Erasmondo", il giornale a scuola

Iniziative
Typography

All’Erasmo da Rotterdam al termine dell’anno scolastico si è festeggiata la nascita di Erasmondo, il nuovo giornale

concepito dall’idea di alcuni studenti, guidati all’interno di un progetto di alternanza scuola lavoro da un gruppo di docenti che crede nella scuola come opportunità di crescita e formazione.

La nascita di un giornale è sempre una buona notizia.

In primo luogo perché l’Erasmo aveva bisogno di una sua voce dal basso, capace cioè di rappresentare il punto di vista dei ragazzi che lo vivono e lo frequentano. Il nostro desiderio è che Erasmondo diventi a tutti gli effetti nel corso del tempo la voce di tutti gli studenti della scuola e che nasca intorno alla redazione un vero e proprio interesse e affetto che diventino stimolo per il lavoro futuro.

In secondo luogo perché Erasmondo può diventare una palestra per imparare a narrare la realtà che ci circonda, come abbiamo scritto nel nostro editoriale, cominciando da Nichelino fino ad abbracciare il mondo.

E soprattutto perché il nostro vuole essere un giornale che annuncia buone notizie!

Per questo motivo abbiamo fatto tutto seriamente, partendo con un percorso di formazione: in primo luogo abbiamo visitato la redazione dell’ Eco del Chisone, il principale settimanale del pinerolese, conosciuto e letto in tutto il Piemonte. Lì abbiamo vista applicata tutta la teoria che avevamo imparato nelle lezioni a scuola. Abbiamo conosciuto i vari ruoli presenti in una redazione. Abbiamo capito quanto il lavoro di gruppo sia importante e che in un giornale non esiste l’io ma il noi.

Abbiamo poi incontrato di persona e dialogato con due importanti giornalisti: Marco Tarquinio e Matteo Spicuglia. Il primo è il direttore del quotidiano “L’Avvenire”, mentre il secondo un giornalista del TG3 Piemonte. Due volti molto importanti e conosciuti del giornalismo che ci hanno trasmesso la loro passione e la loro voglia di fare. Dopo alcuni mesi di formazione siamo partiti in modo concreto a pensare al nostro giornalino.

Qualcuno diceva che si raggiunge la perfezione quando si unisce l'utile al dilettevole, e noi in un certo senso ci siamo anche riusciti: l'importanza di generi diversi, è fondamentale per non annoiare chi sta leggendo. Per questo motivo abbiamo cercato di spaziare su più argomenti, parlando, intervistando, scavando, ricercando, incontrando persone e fatti dislocati nel tempo e nello spazio.

Siamo partiti con l'idea di voler rimanere coi piedi per terra, di partire dalla base, per riuscire ad arrivare sempre più in alto negli anni futuri.

Non è stato poi così difficile trovare un titolo: ERASMONDO è stato partorito in modo rapido e gioioso. Nel titolo ERASMONDO si nasconde un’idea ambiziosa: formare un gruppo di allievi che attraverso la redazione di un giornale possano diventare cittadini consapevoli del mondo e valido aiuto nella crescita dei loro compagni. La chiave è partire dal contesto in cui viviamo, dalla scuola che frequentiamo, dal metro quadrato che solitamente occupiamo senza rimanerne ingabbiati. Anzi con la precisa volontà di alzare lo sguardo ogni giorno fino a comprendere l’intera umanità, cercando sempre di individuare il buono che si cela dentro ogni notizia. Con il nostro giornale e un pizzico di orgoglio vogliamo affermare che noi siamo una scuola di Nichelino e che, proprio da Nichelino, vogliamo prendere parte alla realtà che ci circonda. E il primo passaggio è proprio conoscere la realtà perché è la consapevolezza che cambia il mondo.

Ai lettori presenti e futuri chiediamo fiducia perché come redazione – allievi e insegnanti insieme – ci crediamo e vogliamo continuare ad imparare. Intanto non possiamo far altro che offrire la nostra più sincera gratitudine a chi ha festeggiato con noi riempiendo di curiosità e giovinezza l’auditorium, cioè oltre 200 studenti di ogni classe dell’Istituto: l’assessore Diego Sarno, che con la solita passione ha definito l’Erasmo come una delle migliori scuole del Piemonte, i giornalisti locali del Nichelino Comunità e del Mercoledì, il direttore dell’Ufficio Stampa della Città di Nichelino e il Centro Stampa comunale che ringraziamo anche per le prime copie donate e la nostra Preside Bossolasco. E soprattutto ringraziamo chi nel tempo ci accompagnerà nella lettura e nel credere in questo ambizioso progetto.

La Redazione di Erasmondo