26
Lun, Ago
9 New Articles

Sarà ballottaggio tra Fattori e Tolardo. In parte previsto si pensava però che la coalizione guidata dal Partito Democratico avrebbe avuto un buon margine mentre alla fine, sia pure per una manciata di voti, è stato Tolardo a spuntarla al primo turno.
Nelle due coalizioni disastroso il risultato del PD che tocca il suo minimo storico al 15,96%%, perdendo quasi il 4% rispetto alle elezioni amministrative di due anni fa e oltre il 25% rispetto alle  consultazioni europee del 2014.
Nella coalizione di Fattori buon risultato della lista Nichelino Domani con il 6% e dei Moderati che ottengono il 4,77% ma certamente Fattori sperava in un risultato migliore.
Nella coalizione che sostiene Tolardo la parte del leone la fanno i Democratici per la sinistra che ottengono  il 15%, la lista appoggiata dall'ex sindaco Riggio arriva al 6,7% e D'Aveni conferma il risultato della volta precedente con il 4,25%.
Il Movimento Cinque Stelle si conferma il primo partito della Città con il 25,5 dei consensi: per un certo periodo ed in alcuni seggi sembrava che Antonella Pepe potesse andare al ballottaggio, poi sono arrivati i voti dei seggi di via Trento dove Tolardo vince a mani basse e anche per questa volta il ballottaggio è sfumato per un pugno di voti.
Nel centro destra Forza Italia dimezza quasi i suoi voti al 4,3% rispetto all'8% della scorsa tornata, superata dalla Lega con il 4,60% mentre Fratelli d'Italia si attesta al 2,64%.
Ottimo risultato per Valentina Cera e per Rifondazione Comunista che ottengono un buon 4,47%, più che raddoppiando i voti rispetto alla scorsa tornata mentre per Nichelino Free e la sua candidata una presenza di testimonianza con circa 200 voti.
Il primo partito resta comunque l'astensionismo: quattro nichelinesi su 10 non hanno votato, un risultato mai visto soprattutto alle elezioni amministrative.
Altro dato da far rilevare il basso numero di schede con preferenze.

La tessera elettorale contiene 18 spazi per altrettanti timbri di certificazione al voto. A Nichelino, per gli elettori che dal 2001 hanno partecipato a tutte le consultazioni elettorali e referendarie (e non hanno mai richiesto duplicati), gli spazi disponibili si esauriscono con le elezioni comunali del 5 giugno.
Leggi tutto...

Altri articoli...