26
Ven, Feb
97 New Articles

Il 2021 è l'anno delle elezioni comunali

Accade
F
Typography

Dipenderà molto dall’andamento della curva pandemica la data delle elezioni comunali che, stando alla scadenza naturale, a Nichelino sono previste in questa primavera 2021.

Non è però escluso che possano svolgersi in autunno e oltretutto la scena politica nazionale sta rimescolando velocemente le carte sul piano locale.

Il sindaco Tolardo ha già detto la scorsa estate che intende candidarsi per il secondo mandato alla guida di una coalizione di centro sinistra, confermando l’assetto che si era delineato a metà legislatura con il rientro in maggioranza del PD e con l’uscita di una parte della squadra originaria. Gli effetti dello “strappo” di un paio di anni fa potrebbero però continuarsi a farsi sentire con la riproposizione a Nichelino di due schieramenti antagonisti di centro sinistra. Oltre a Rinnovamento Democratico, qualche mese fa è stata formalizzata la costituzione di Insieme per Nichelino, una lista civica che si pone come “alternativa progressista, civica e riformista capace di cambiare la nostra città” e dunque non è esclusa la partecipazione alla competizione elettorale di un altro candidato a sindaco per il centro sinistra.

In questa partita è comunque destinato a giocare un ruolo il M5S che, a differenza di quanto accaduto nelle precedenti elezioni amministrative, potrebbe decidere di non correre da solo, ma in coalizione assieme ad altre liste.

Già nel 2016 era aumentato il numero di liste di raggruppamenti civici. L’associazione Chreo Nichelino, attiva da qualche anno sul territorio, sta puntando su una lista civica a sostegno di Tolardo, così come il gruppo Nichelino in Comune. Anche il gruppo Verdi - Europa Verde Nichelino ha annunciato una lista: “stiamo lavorando duramente sul territorio, nonostante le limitazioni, per non mancare a questo appuntamento elettorale. Abbiamo intrapreso un percorso da tempo che ci porterà a valutare e scegliere il/la candidato/a migliore per governare la città”.

Qualche settimana fa è stata poi annunciata la formazione della lista “Ricominciamo a volare” con candidato a sindaco Alessandro Tessarin e di un’altra lista civica guidata da Alex Farina.

Per il centro destra circola da qualche mese il nome di Nicola Emma come candidato a sindaco che però non è ancora stato ufficializzato. “Il centro-destra di Nichelino (Lega Salvini Premier, Fratelli d’Italia, Forza Italia, e Unione di Centro) – si legge in un comunicato - intende realizzare un passo in avanti per Nichelino. Si sta lavorando da tempo ad un progetto politico in cui si preveda l’aggregazione di forze moderate e civiche del territorio. Il centro-destra vuole essere attore principale e protagonista alle prossime elezioni amministrative”.

E’ invece arrivata una decisa smentita dal vicesindaco D’Aveni: “Intendo precisare che il mio percorso politico è convintamente al fianco del sindaco Giampietro Tolardo nel Centrosinistra nichelinese, e sarò al suo fianco anche alle prossime elezioni 2021. L'affermazione su un mio presunto ‘veleggiare verso altri lidi’ o schieramenti politici, è totalmente priva di qualsiasi fondamento”.

Di tenore opposto il successivo comunicato del Sindaco Tolardo che “per gli stretti rapporti con esponenti politici avversi” ha revocato le deleghe al vicesindaco D’Aveni: "Ho richiesto a Filippo D'Aveni di fare chiarezza e di restare nel perimetro che abbiamo condiviso in vista della campagna elettorale e per il futuro della Città, ma in tutta risposta mi ha posto un veto rispetto ad alcuni candidati, fino ad arrivare a non presentarsi domenica 14 febbraio all'iniziativa sul lancio della coalizione, un fatto che ritengo molto grave e che è stato un atto di forza irricevibile, che sottintende un chiaro messaggio al sottoscritto: ‘o fai cosa dico io o sarò alternativo alla coalizione di centro Sinistra’. Non potevo accettarlo”.