11
Sab, Lug
78 New Articles

Teatro Superga e Sonic Park vogliono rialzarsi

Accade
F
Typography

Il coronavirus ha causato l’interruzione della stagione del Teatro Superga e la sospensione di Stupinigi Sonic Park che slitterà al 2021.

Una perdita tanto per gli organizzatori quanto per gli spettatori che si chiedono cosa sarà dei biglietti e degli abbonamenti acquistati per la stagione in corso, ma ancora di più quali sono le previsioni per la prossima stagione.

Per quanto riguarda gli appuntamenti del Teatro Superga gli spettacoli di Musical e Lirica a Corte si terranno a luglio non nel salone d'onore della Palazzina di Caccia di Stupinigi, ma nel cortile della Palazzina.     

Cosa significa riaprire il Superga?

«Stiamo programmando la stagione del prossimo anno con tanti punti interrogativi - afferma l’assessore alla Cultura Michele Pansini - con le attuali linee guida i posti in teatro sarebbero molti di meno, per cui dire oggi in quale modo si potrà ripartire non è possibile. Se nel corso dei prossimi mesi, come è auspicabile, cambieranno le linee guida, cercheremo di ricalibrare il cartellone».

Dopo aver sperato fino all’ultimo di poter rivivere le emozioni di Stupinigi Sonic Park 2019, l’organizzazione, date le circostanze, è stata costretta a sospendere definitivamente l’edizione 2020 della kermesse e ad annunciare lo spostamento delle date al 2021. Il ricco programma estivo prevedeva il musical “Notre Dame de Paris” dal 3 al 5 luglio, la tappa del tour “Abbiamo fatto...25 anni” di Ficarra e Picone il 6 luglio, la tappa del tour mondiale di Lenny Kravitz “Here to love” il 9 luglio, oltre ad altri eventi che con l’incombere della pandemia non sono nemmeno più stati annunciati.

Al momento è confermato Nick Mason’s Saucerful of Secret il 27 giugno 2021 (i biglietti già acquistati saranno validi per tale data), mentre è  annullata la tournée di Ficarra e Picone.

Un’interessante iniziativa culturale, patrocinata dalla Città di Nichelino, e che vede la collaborazione di Reverse Agency è www.storieinquarantena.it, il sito che raccoglie le storie di vita “a un metro di distanza” per custodirle e raccontarle al mondo. Oltre alla cronaca del Covid-19 ci sono frammenti di vite umane da raccontare, leggere e ricordare. Il sito nasce proprio per raccogliere le storie di tutti i giorni, la quotidianità di tante città alle prese con una condizione straordinaria per costruire nel tempo una memoria storica. Le code per la spesa, le canzoni intonate sul balcone, le videochiamate con il nonno, lo smart working, la lotta alla solitudine e alla noia. Tutti possono contribuire a questa raccolta, basta andare su storieinquarantena.it e inviare la propria storia o aneddoto – spontaneo, ironico, drammatico, poetico, lungo, breve – nel formato che si preferisce – testo o audio – senza obbligo di segnalare i propri dati personali. Il sito si trasforma in uno strumento di narrazione sociale permanente, lontano dalla comunicazione sfuggente dei social. Per promuovere il progetto è stato realizzato un video che racconta la vita quotidiana di centinaia di persone da tutte le regioni, mentre cantano l’inno d’Italia. Storie in Quarantena nasce da un’idea di Nina Virtuoso, in collaborazione con Andrea Pastina, Christian Torelli e Francesco Dinolfi.

Cristina Ariaudo