04
Mar, Ago
36 New Articles

Quindici anni di "libri liberati"

Accade
F
Typography

La Biblioteca “G. Arpino” di Nichelino rappresenta un importante punto di riferimento per la comunità, fornendo servizi e informazioni che rendono “accessibile e vivibile” il territorio in cui è insediata.

 L’iniziativa “Book in Time” è nata nel 2005 ed è stata proposta dalla Biblioteca G. Arpino in collaborazione con l’Associazione Banca del Tempo di Nichelino, con lo scopo di promuovere la lettura e la diffusione del libro attraverso una libera circolazione di volumi per veicolare valori di scambio, reciprocità e solidarietà, superando ogni tipo di diversità (età, sesso, etnia, religione, condizione fisica e condizione sociale).

È un invito a contribuire – con la collaborazione di tutti i cittadini nichelinesi, che mettono a disposizione la loro sensibilità per la difesa della cultura del libro e di questi valori, ma che soprattutto offrono il loro tempo – alla capillare divulgazione della lettura, intesa come piacere e come investimento per il miglioramento della qualità della vita e per il radicamento di una cultura basata sullo sviluppo di comunità e non sul consumo individuale di beni (dal consumo alla solidarietà).

Attraverso la “semina” di libri sul territorio di Nichelino ci si augura di riuscire a porre un seme di solidarietà per farlo germogliare.

Il progetto mira a diffondere una nozione elaborata di lettura legata al piacere, al diletto, al passatempo, nonché al far nascere un appassionato interesse per i libri e per la lettura in genere. Lo scopo è quello di comunicare, attraverso la casuale collocazione di volumi depositati in luoghi specifici della città, la libertà di leggere e tramandare, a un eventuale prossimo destinatario del volume, le impressioni e le sensazioni vissute con la lettura del libro e la diffusione di valori insiti nell’economia solidale.

Inoltre, si associa un’attenta valutazione della qualità del tempo, legata anche a un impiego della lettura che dilati le dimensioni temporali, trascurando e ignorando i ritmi frenetici del vivere quotidiano, che permetta di riappropriarsi di una dimensione maggiormente umana dello scorrere del tempo stesso.

Lo stesso semplice gesto di soffermarsi a raccogliere un libro, sfogliarlo e, incuriositi, arrestarsi nella lettura costituisce già una formula di realizzazione degli intenti del progetto.

Nel tempo l’iniziativa ha raccolto nuove energie e avviato nuove collaborazioni coinvolgendo associazioni ed enti territoriali: sono stati aggiunti nuovi punti di rilascio, ampliando il progetto all'interno dei supermercati cittadini e sono stati inseriti nuovi collaboratori nichelinesi, come i ragazzi del Centro Diurno “La trottola” che offrono il loro contributo nel “confezionamento” e per la “liberazione” dei libri sul territorio.

Ciò che rende davvero speciale questa pratica è che il Bookcrossing non conosce confini: si può portare il libro con sé in vacanza, lasciandolo anche dall’altra parte del mondo, senza avere l'impegno di doverlo restituire.  In questo modo il progetto ha raggiunto molti  paesi del mondo, dall'Argentina alla Thailandia, mettendo in relazione tra loro comunità di bookcrosser fisicamente lontane, ma virtualmente vicine, in un linguaggio globale fondato sulla condivisione, sulla generosità e sull'altruismo.                                                                                                                                                                                                                                    

Sono passati 15 anni, un traguardo per noi impensabile, c'è stato molto entusiasmo a portare avanti questo progetto che ha visto la semina di oltre 15.000 libri, una grande biblioteca a cielo aperto, a disposizione di tutti.

Erminia Ruggeri
Presidentessa Banca del Tempo di Nichelino