14
Gio, Nov
66 New Articles

Le nuove misure antismog

Accade
Typography

Sono in vigore le nuove misure antismog che riguardano Torino e altri 22 Comuni dell’area metropolitana: oltre a Nichelino,

Beinasco, Borgaro, Carmagnola, Caselle, Chieri, Chivasso, Collegno, Grugliasco, Ivrea, Leinì, Mappano, Moncalieri, Orbassano, Pianezza, Rivalta, Rivoli, San Mauro, Settimo, Torino, Venaria Reale, Vinovo e Volpiano. Il Tavolo di coordinamento della Città metropolitana di Torino ha definito il dettaglio delle misure con la definizione dello schema per i blocchi strutturali del traffico e di quelli che scatteranno in situazioni di emergenza.

Riassumiamo qui di seguito i punti salienti. 

- Blocco per 7 giorni su 7 e h 24 di tutti i veicoli Euro 0 (diesel, benzina, metano e Gpl) e diesel Euro 1.

- Blocco nei giorni feriali dalle ore 8 alle 19 per auto e veicoli commerciali diesel Euro 2 e 3.

In caso di superamento dei limiti delle emissioni inquinanti in atmosfera scattano altri blocchi per determinate categorie di veicoli. Per essere aggiornati sulla situazione in atto occorre consultare il sito dell’ARPA.

Semaforo arancione (dopo 4 giorni consecutivi di sforamento dei limiti) si aggiunge il blocco per le auto diesel Euro 4 dalle ore 8 alle 19 e per i veicoli commerciali diesel Euro 4 dalle ore 8,30 alle 14 e dalle ore 16 alle19. Divieto di utilizzo di stufe a legna e altri generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa di classe inferiore a 3 stelle (se l’edificio dispone di un sistema di riscaldamento alternativo).

Semaforo rosso (dopo 10 giorni consecutivi di sforamento dei limiti) nelle fasce orarie sopraindicate si aggiunge il blocco per i veicoli diesel Euro 5 immatricolati prima del 1° gennaio 2013 e per i veicoli benzina Euro 1. Divieto di utilizzo di stufe a legna e altri generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa di classe inferiore a 4 stelle (se l’edificio dispone di un sistema di riscaldamento alternativo).

Semaforo viola (dopo 20 giorni consecutivi di sforamento dei limiti) l’orario di blocco per i tutti i veicoli sopraindicati viene ampliato dalle ore 7 alle 20.
Sono state eliminate le deroghe per i veicoli di interesse storico e collezionistico, nonché per i veicoli Euro 0 e diesel Euro 1 condotte da ultrasettantenni. E’ stata introdotta una nuova deroga per i cittadini con ISEE inferiore ai 14.000 euro, ma solo per veicoli di categoria superiore all’Euro 3 diesel e all’Euro 0 benzina. Sono state confermate le deroghe per veicoli utilizzati dagli ambulanti durante gli orari dei mercati, da lavoratori turnisti o chiamati a rispondere a chiamate di reperibilità.

Infine spiacevoli notizie per i possessori di veicoli diesel euro 4: dal prossimo anno è previsto l’inserimento di questa categoria di veicoli nei blocchi strutturali e non solo più in caso di sforamento dei limiti delle emissioni in atmosfera.