Trasporti pubblici, disagio in periferia

Accade
Typography
Ritardi, corse soppresse, frequenti guasti, autobus strapieni nelle ore di punta
Da un articolo pubblicato da Nichelino Comunità nello scorso autunno, sulla base di numerose segnalazioni di utenti nichelinesi, emergeva un quadro davvero preoccupante. Questo mentre in teoria i cittadini sono chiamati ad usare di più i mezzi pubblici per cercare di ridurre i livelli di smog nell’area metropolitana.

La situazione non è migliorata, anzi qualche lettore nei giorni scorsi ha segnalato ulteriori riduzioni del servizio per le linee 35 e 14. A fine gennaio per iniziativa di Maurizio Piazza, primo cittadino di Beinasco, i sindaci di otto comuni dell’hinterland, tra cui Nichelino, hanno presentato a GTT un documento in cui si espongono le maggiori criticità e si richiedono misure urgenti per riportare a livelli accettabili il servizio di trasporto pubblico nei rispettivi territori.
Tra le righe quella che è più di un’impressione e cioè che il recente piano di riordino varato dalla Città di Torino abbia in realtà favorito il centro e penalizzato i Comuni della cintura, scaricando prevalentemente su questi ultimi le gravi difficoltà finanziarie in cui versa GTT. Nel 2018 comunque GTT prevede la messa in esercizio di quasi 200 nuovi autobus. Resta da vedere quanti andranno semplicemente a sostituire mezzi obsoleti e quanti saranno assegnati alle linee extraurbane.