Nel 2018 l'ampliamento della Biblioteca

Accade
Typography
Lavori in vista alla Biblioteca civica “G. Arpino”: entro l’autunno del prossimo anno la biblioteca
sarà non solo più grande, grazie all’ampliamento nei locali ora occupati dalla ludoteca, ma anche più moderna e al passo con le attuali esigenze della società.

«Andiamo a rifunzionalizzare la biblioteca grazie ai finanziamenti ricevuti dalla Compagnia di San Paolo e dalla Regione Piemonte con il bando Periferie – spiega Diego Sarno, assessore alla Cultura – Abbiamo passato in Giunta il progetto (denominato ‘Per tutti e per ciascuno’) avendo come obiettivo il concetto delle biblioteche sociali. Il progetto non è di ristrutturazione, bensì di rifunzionalizzazione e consiste soprattutto nell’acquisto di nuovi arredi. E’ previsto anche lo spostamento nei locali di via Turati dell’Informagiovani, che, insieme alla biblioteca, diventerà un polo socio-culturale completo creando una dinamica che serve al mondo giovanile».

Il progetto “Per tutti e per ciascuno” intende perseguire un modello nuovo di biblioteca, che consiste nella trasformazione della stessa da “luogo fisico a spazio di partecipazione”, in altre parole da magazzino di libri e di sapere a luogo di erogazione di informazioni e di conoscenze con un occhio di riguardo per oggetti documentari eterogenei, alle nuove tecnologie e ai nuovi linguaggi di comunicazione.

Si tratta di un modello di biblioteca a tre livelli che prevede, accanto al magazzino e alla zona a scaffale aperto, un settore d’ingresso con una caffetteria, uno spazio dedicato alle informazioni di comunità, esaltando così le funzioni della biblioteca pubblica come spazio d’incontro, di sosta e di scambio.

Uno degli aspetti più ambiziosi e innovativi previsti dal progetto è infine un locale semi-indipendente della biblioteca da rendere facilmente accessibile 24 ore su 24 agli iscritti ai servizi SBAM Servizio Bibliotecario Area Metropolitana , con libero e autonomo accesso – tramite una tessera magnetica – ad alcuni strumenti e materiali della biblioteca.

Il progetto passa dallo spostamento della ludoteca nell’ex piscina di via XXV Aprile che dovrà essere completamente ristrutturata. «La copertura economica è assicurata da due P.E.C. di interventi privati (uno residenziale e uno commerciale) che devono pagare oneri a scomputo – assicura l’assessore Sarno - I lavori si articolano in due lotti. Il primo lotto inizierà a fine anno, il secondo lotto verso marzo. Finiti i lavori negli spazi fino ad oggi occupati dalla ludoteca, ci sarà il trasloco dell’Informagiovani con lo spostamento degli arredi. Per qualche settimana il servizio sarà attivo, ma potrebbe avere qualche limitazione. I tempi sulla carta prevedono la chiusura dei lavori entro un anno. Ci auguriamo entro settembre /ottobre 2018 di vedere in funzione la nuova biblioteca».