25
Lun, Mag
57 New Articles

- I nostri dialetti -

Pillole di storia
F
Typography
UN PEZZO DELLA NOSTRA STORIA


CONTACC!
Un tòch ëd la nòsta stòria

A la Crosiera dël Niclin ant ël 1951 a l’avìo inaugurà la scòla elementar Silvio Pellico. Prima për ij cit ëd la zòna a fitavo dle stansie doa adess a - i é ’l ristorant cinèis.

Tuti j’ àutri ’ndasio a scòla ’nt ël palass comunal. Ij cit a rivavo a pé ‘dcò da lontan, da la Bufa, da la Vernea, dal Colombèt, da la Rusca, quaidun dle cassin-e con ij sòch. Stupinis a l’avìa na scòla soa.

Le scòle a - i ero pòche, però a - i era tant travaj. Anlora tanti a son rivà da le campagne dël Piemont e dël Veneto, an particolar dal Polesine dòp la terìbil aluvion dël 1951. Coj ch’a - i ero bon e a l’avìo veuja a son fasse fin-a na bela ca con l’òrt: un tochètin ’d teren a costava nen tant.

Dato che dòp a rivava sèmpe pì ’d gent a l’han fàit tanti palass e a l’ è andaie bin a coj ch’a l’han vendu ij teren. Prima a valìo pòch, peui a l’han ciapà ’n baron ’d sòld e a son dventà sgnor.

Alen

OSTREGA !
Un toco d’la nostra storia (nel dialetto basso polesano)

A la Crosara d' Nichelino in'tel 1951 j gheva inaugurà la scola 'lementare “Silvio Pellico”.

Prima per i putei d'la sona si fitavano d'le camare 'ndove adeso a ghè el ristorante cinese, tuti i altri j'ndeva a scola in tel palaso comunale.

I putei j 'rivava a piè da luntan, da la “Bufa”, da la “Vernea”, dal “Colombeto”, da la “Rusca”, qualcun da le corte con ai piè i cuospi d' legno; Stupinigi la gheva la so scola.

Le scole le gera poche ma a ghiera tant lavor. A qel temp tant j 'rivava da le campagne del Piemonte e del Veneto, in particolar dal Polesine dop la grand aluvion del 1951. Quei chi gera boni j sé frabricà anche 'na bela casa con l'orto.

Un toco de tera la se pagava poch. Sicome 'rivava tanta sente j gà fabricà tanti palasi e l'è stà una cucagna por quei chi gà vendù la tera. Prima la valeva poch, dop j gà ciapà un mucio d' schei e j è d'ventà siuri.

Luciano Mancin

Circolo Polesani nel Mondo - Fameja di Nichelino

Traduzione

Un pezzo della nostra storia

Alla Crociera di Nichelino nel 1951 avevano inaugurato la scuola elementare Silvio Pellico. Prima per i bambini della zona si affittavano delle stanze dove adesso c’è il ristorante cinese.

Tutti gli altri andavano a scuola nel Palazzo Comunale. I bambini arrivavano a piedi anche da lontano, dalla Buffa, dalla Vernea, dal Colombetto, dalla Rusca, qualcuno delle cascine con gli zoccoli. Stupinigi aveva una scuola sua.

Le scuole erano poche però c’era tanto lavoro. All’epoca tanti sono arrivati dalle campagne del Piemonte e del Veneto, in particolare dal Polesine dopo la terribile alluvione del 1951. Quelli che erano capaci e avevano voglia si sono costruiti persino una bella casa con l’orto: un pezzetto di terreno non costava molto.

Siccome dopo arrivava sempre più gente, hanno costruito tanti palazzi ed è andata bene a quelli che hanno venduto i terreni. Prima valevano poco, poi hanno preso un mucchio di soldi e sono diventati ricchi.