24
Dom, Giu
66 New Articles

Il Poliambulatorio ora si chiama Casa della Salute

Quick News
Typography

Mentre si attendono sviluppi nel faticoso e tormentato iter per la costruzione del nuovo ospedale unico dell’ASL To 5, è stata avviata anche nella struttura sanitaria di Nichelino in via Debouchè

l’esperienza della “Casa della salute” (in Piemonte ne sono previste 77).  Si tratta della rivisitazione del tradizionale “poliambulatorio”, inteso come punto di riferimento e polo di servizi al di fuori della rete ospedaliera e del pronto soccorso, rivolto in particolare ai malati cronici e ai pazienti non gravi. L’obiettivo della Regione è quello di creare o potenziare centri attrezzati e aperti lungo la giornata (da 12 a 24 ore), in cui sono ospitati medici di base e pediatri, l’assistenza infermieristica, l’assistenza specialistica con percorsi di cura per patologie croniche, gli ambulatori vaccinali, punti prelievi e consultori familiari.

Nella Casa della Salute di via Debouchè i primi interventi di potenziamento, sia in termini di apparecchiature che di personale, riguardano l’attivazione degli ambulatori di endocrinologie e di otorinolaringoiatria con la presenza di uno specialista per alcune ore alla settimana e l’impiego di nuovi strumenti diagnostici. Nel servizio di ostetricia è stato acquistato un ecotomografo di ultima generazione che consente di effettuare ecografie presso la struttura di via Debouchè. Sono state aumentate le ore di apertura e la presenza di specialisti negli ambulatori di cardiologia, ortopedia e neurologia. Il servizio di oculistica è stato dotato di un nuovo tomografo ottico computerizzato per la diagnostica di patologie della retina e del nervo ottico. L’organico in servizio presso la struttura dell’ASL To 5 in via Debouchè è stato incrementato di nove infermieri ed è stato istituito un punto unico di accettazione che dovrebbe aiutare gli utenti ad accedere e ad orientarsi tra i corridoi della Casa della Salute.