01
Lun, Mag
57 New Articles

Alla Manzoni si recita in inglese

Accade
Typography
Una settimana intensa per l'IC Nichelino 1, cominciata alla scuola Manzoni con una compagnia di attori inglesi "Action Theatre" che ha proposto un divertente e interessante spettacolo in lingua dal titolo "In the web"... ovvero cosa non fare sul web e sui social network per non avere problemi!
Tra risate e momenti di riflessione sulle insidie e pericoli che si nascondono nella rete gli studenti sono stati chiamati a ripetere più volte "Do not talk to strangers on the internet" (non parlare con gli estranei in internet) e "Do not post your photos on the internet" (non condividere le tue foto in internet).

La settimana si è chiusa nell'auditorium della scuola dove la dirigente Modesta Fissore ha consegnato a 33 allievi delle classi seconde della scuola secondaria l'attestato di partecipazione al progetto Speak up, un corso di approfondimento della lingua inglese parlata. "Da qualche anno nella nostra scuola vengono svolti corsi di inglese che nulla hanno a che vedere con delle scuole di teatro o recitazione - spiega la professoressa Elisa Cannito, che insieme alla professoressa Elena Casciato, ha seguito i ragazzi in questi mesi - Sono sempre i ragazzi che, superata la timidezza iniziale del doversi costantemente esprimere in una lingua che non è quella propria, chiedono espressamente di potersi mettere in gioco recitando in inglese e mettendo in campo abilità e capacità organizzative davvero encomiabili, come ad esempio la preparazione dei costumi di scena". Le attività di ascolto e di produzione orale hanno permesso di consolidare le competenze degli allievi che, nello spettacolo finale, hanno dimostrato una "fluency", cioè capacità di parlare in modo fluente, davvero di buon livello. E così in un clima festoso e divertente gli studenti si sono cimentati in una libera interpretazione e rilettura de Willy Wonka & the Chocolate Factory(Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato).

Tra l’altro il suono dell'allarme antincendio, partito per sbaglio, ha interrotto in un fuoriprogramma lo spettacolo. Così i ragazzi, oltre alla dimestichezza con l’inglese, hanno potuto dimostrare anche la preparazione nella gestione delle emergenze. In una manciata di minuti, insieme a genitori e insegnanti, hanno abbandonato ordinatamente l’edificio e sono rientrati a cessato allarme riprendendo a recitare. “Credo che per le famiglie sia stata una rassicurante, seppur involontaria dimostrazione di efficienza della scuola e del personale che in essa opera", commenta la dirigente scolastica.

La scuola Manzoni da qualche anno ha deciso di potenziare l'ambito delle lingue straniere affiancando al francese, come seconda lingua, lo spagnolo. L’iniziativa ha incontrato l'apprezzamento delle famiglie e dei ragazzi. Oltre ai corsi di Speak up, ormai consolidati, è partito il progetto KET, certificazione in lingua inglese che prevede un esame nelle abilità del parlato, dello scritto e della comprensione. 45 ragazzi delle terze stanno lavorando, anche con una docente di madrelingua, per la preparazione all'esame. Inoltre a febbraio per gli studenti delle classi prime sono partiti i progetti "Speak up" di inglese, "Hola amigos" di spagnolo e "Francais, c'est facile" di francese.