Per le vaccinazioni vale l'autocertificazione

Accade
Typography
Anche l’ASL TO 5 ha avviato la campagna di vaccinazione obbligatoria per l’iscrizione dei figli a scuola, così come previsto dal Decreto nazionale del Ministero della salute.


Nelle settimane scorse sono state inviate le lettere di convocazione per i soggetti che nella banca dati dell’ASL non risultano in regola con gli obblighi di vaccinazione. All’invito era allegata anche un’attestazione, che doveva essere sottoscritta dai genitori e da consegnare alla scuola, in cui si dichiara la volontà di sottoporre i propri figli alle vaccinazioni.

I genitori che non hanno ricevuto alcuna comunicazione dall’ASL possono ricorrere all’autocertificazione. Infatti per quest’anno, in fase di prima applicazione del decreto, per “idonea documentazione” da presentare alla scuola si intende:
- L’attestazione di volontà di aderire all’invito dell’Asl, resa sulla copia dell’invito e sottoscritta dal genitore o tutore, per i minori risultati non in regola con le vaccinazioni e invitati dall’Asl.
- La dichiarazione di adempimento degli obblighi vaccinali rilasciata e sottoscritta dal genitore o tutore per tutti gli altri minori che non hanno ricevuto l’invito delle Asl entro il 31 agosto.

Le scuole devono trasmettere all’ASL entro il 30 settembre copia delle attestazioni e delle dichiarazioni ricevute per le opportune verifiche e la prosecuzione delle procedure previste a seconda dei casi.

“E’ importante che le famiglie rispettino le procedure indicate – spiega l’ASL - al fine di non creare intasamenti nei centri vaccinali con richieste di certificazioni superflue. Chi in passato ha aderito regolarmente alle chiamate non riceverà alcun invito e può ritenersi in regola autocertificando con tranquillità la propria condizione di adempiente”.