20
Dom, Ago
12 New Articles

Volpi, serpenti & C

Accade
Typography
La fauna selvatica va alla conquista della città. A Nichelino sono tornate le volpi.
Già da qualche tempo erano ricomparse nei boschi di Stupinigi, ma l'anno scorso è stata segnalata la presenza di un esemplare (anzi di un'intera famiglia) nei campi dietro al cimitero in strada Pateri. Per un po' la volpe di Nichelino ha fatto perdere le proprie tracce, ma qualche settimana fa sarebbe tornata a farsi viva nella più classica delle situazioni, ossia dando l'assalto ad un pollaio nella zona di via Rusca.

Sulla crescente diffusione delle volpi nelle aree urbane esistono due teorie. La prima sostiene che si siano avvicinate alla città per la facilità di reperire cibo, sia per la maggiore presenza di piccoli roditori da cacciare e sia per l'abbondanza di avanzi nei pressi dei cassonetti dei rifiuti. La seconda tesi invece attribuisce il fenomeno all'allargamento delle periferie urbane che sono venute a sovrapporsi alle aree tradizionalmente occupate dalle volpi, facendo venir meno i confini naturali segnati dalla fascia di campi coltivati.

Terreni incolti e siti industriali dismessi sono diventati spazio di manovra per diverse specie di animali selvatici. In aumento sono anche i serpenti. Si tratta per lo più di biacchi, natrici, saettoni e coronelle: non velenosi, anche se possono raggiungere il metro e mezzo di lunghezza. Qualche giorno fa ne è stato fotografato uno, lungo quasi un metro, in via IV Novembre. Non era riuscito ad attraversare la strada, poveretto. Non tutti i serpenti vengono per nuocere, sono anzi tra i maggiori cacciatori di topi sia di campagna che di città. La fauna selvatica va alla conquista della città. A Nichelino sono tornate le volpi. Già da qualche tempo erano ricomparse nei boschi di Stupinigi, ma l'anno scorso è stata segnalata la presenza di un esemplare (qualcuno sostiene di un'intera famiglia) nei campi dietro al cimitero in strada Pateri. Per un po' la volpe di Nichelino ha fatto perdere le proprie tracce, ma qualche settimana fa sarebbe tornata a farsi viva nella più classica delle situazioni, ossia dando l'assalto ad un pollaio nella zona di via Rusca.

Sulla crescente diffusione delle volpi nelle aree urbane esistono due teorie. La prima sostiene che si siano avvicinate alla città per la facilità di reperire cibo, sia per la maggiore presenza di piccoli roditori da cacciare e sia per l'abbondanza di avanzi nei pressi dei cassonetti dei rifiuti. La seconda tesi invece attribuisce il fenomeno all'allargamento delle periferie urbane che sono venute a sovrapporsi alle aree tradizionalmente occupate dalle volpi, facendo venir meno i confini naturali segnati dalla fascia di campi coltivati.

Terreni incolti e siti industriali dismessi sono diventati spazio di manovra per diverse specie di animali selvatici. In aumento sono anche i serpenti. Si tratta per lo più di biacchi, natrici, saettoni e coronelle: non velenosi, anche se possono raggiungere il metro e mezzo di lunghezza. Diversi gli avvistamenti nelle strade e nei giardini di Nichelino.