Nichelino.com

bannerinoncVai al nuovo sito
Qui news sino  al 31/3/2016

  • Home
  • News
  • Piccola Città
  • Approfondimenti
  • Comunità
  • Spazio aperto
  • Sport
  • Come eravamo
  • Corsi UNI3

Gio12082016

Last update06:34:50

Font Size

Cpanel
Back Comunità

Comunità

Martiri del nostro tempo - Il vescovo Melki

Vescovo MelkyRicorre quest'anno il centenario del genocidio armeno. Antesignani del nazismo, gli ideologi del movimento dei Giovani Turchi, che ispirarono l'orrenda catena di massacri, ben poco avevano a che spartire con l'Islam. Molti avevano studiato in Europa, erano imbevuti di idee nazionalistiche e antireligiose ottocentesche; qualcuno, come Talaat Bey, aveva solidi legami con i circoli massonici. La causa islamica venne utilizzata come collante per fomentare il popolo contro la minoranza armena e per scatenare la pulizia etnica.

Ultimo aggiornamento Giovedì 10 Settembre 2015 23:17

Leggi tutto...

Una giornata di preghiera per la cura del Creato

Si celebrerà ogni anno il 1° settembre, insieme alla Chiesa Ortodossa. Leggi articolo

Ultimo aggiornamento Martedì 11 Agosto 2015 13:39

In diretta dall'Africa

swaziland2015Giorno per giorno l’esperienza missionaria in Swaziland di tre giovani volontarie nichelinesi. Leggi

Ultimo aggiornamento Domenica 23 Agosto 2015 13:46

"Non abbandonate la Terra Santa"

In Terra Santa i Cristiani sono minoranza, una presenza esigua ma viva. In tutto il Medio Oriente vivono un momento di grande difficoltà. L’accorato appello di fra Pierbattista Pizzaballa, il Custode francescano di Terra Santa.

Ultimo aggiornamento Martedì 18 Agosto 2015 14:52

Martiri del nostro tempo - Frère Roger

frere RogerFrère Roger Schutz fu fondatore e priore della Comunità di Taizé. Nato nel 1915 nella Svizzera francese, l’adolescenza di Roger non fu tranquilla: si ammalò di tubercolosi polmonare e fu più volte in pericolo di vita, ma ne uscì fortificato nello spirito.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 22 Luglio 2015 16:47

Leggi tutto...

Il segreto di Don Bosco

don Fabrizio2- di don Fabrizio Ferrero -
Torino 1855. Il ministro degli interni Urbano Rattazzi ha ricevuto un rapporto inaudito: l'intero gruppo di giovani detenuti a cui ha dato il permesso di fare una passeggiata a Stupinigi è rientrato la sera in carcere. Nessuno si è dato alla fuga. Il ministro è contento, ma colpito. Secondo i patti, aveva lasciato quei carcerati alla sola vigilanza di don Bosco. Nessun secondino ad accompagnarli, nemmeno in borghese.

Ultimo aggiornamento Lunedì 03 Agosto 2015 22:42

Leggi tutto...

Il Messico che non ti aspetti

Santuario GuadalupeSono a Città del Messico per lavoro, ma non sono assolutamente contento. Come succede troppo spesso ultimamente sono lontano dalla mia famiglia, dalla mia casa a Nichelino, dai miei amici ed in un posto dove la criminalità organizzata e la microcriminalità terrorizzano le persone del luogo ed i turisti.

Ultimo aggiornamento Domenica 02 Agosto 2015 22:54

Leggi tutto...

 

Un libro

La Bibbia, il libro dei libri

Ora puoi leggerla online


bi 190 200

 
 
 

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui Privacy navigazione.

Accetto i cookie in questo sito.

EU Cookie Directive Module Information