Nichelino.com

bannerinoncVai al nuovo sito
Qui news sino  al 31/3/2016

  • Home
  • News
  • Piccola Città
  • Approfondimenti
  • Comunità
  • Spazio aperto
  • Sport
  • Come eravamo
  • Corsi UNI3

Ven11242017

Last update06:34:50

Font Size

Cpanel
Back Spazio aperto Spazio aperto Persone e anniversari Monica Coppola e il suo primo romanzo

Monica Coppola e il suo primo romanzo

Monica Coppola
Come scrivere un romanzo, senza scoraggiarsi e perdersi per strada. Ce lo spiega Monica Coppola, giovane scrittrice, che il 16 maggio alle ore 21 nella “sala incubatore” del Salone del Libro di Torino presenta il suo libro “Viola, vertigini e vaniglia”, edito da Booksalad. Un’avventura iniziata cinque anni fa, “cioè la prima volta che metto piede alla scuola Holden per seguire le dieci lezioni individuali di scrittura creativa che marito e figlie hanno deciso di regalarmi per incoraggiarmi a riprendere la penna in mano...”.

“Sottobraccio ho una raccolta di miei racconti che ho cercato di trasformare in un libro - continua Monica - ma in realtà ne è venuto fuori un ibrido a metà tra un manuale ironico e chissà cos’altro. La mia insegnantelo legge tutto e mi dice che la mia “penna” è vivace e che tra quelle pagine c’è del buono su cui si può iniziare a lavorare”.

Così ha fatto con entusiasmo e determinazione imparando a rivestire di dettagli e sfumature i personaggi, fino alla creazione di Viola e degli altri protagonisti del romanzo: Emma l’amica del cuore, Mikaela sgargiante assistente di direzione, le zie “floreali”, Matilde, la cugina archistar e via di seguito.

E’ stato un lavoro lungo, fatto di continue riscritture e correzioni. Spiega Monica Coppola: “I primi tentativi di far parlare i miei personaggi si traducevano in lunghi monologhi in cui mentre uno parlava l’altro molto probabilmente si schiacciava un pisolino… Piano piano ho imparato a “sfoltire”. E battuta dopo battuta la storia ha cominciato a snodarsi e a prendere forma”.

A un passo dal traguardo. La seconda stesura “quasi” definitiva ha visto la luce all’inizio del 2013. “Dico quasi, perché era come una casa dalle solide fondamenta, ma dove ancora qualche porta cigolava, un paio di maniglie non funzionavano e il rubinetto perdeva un po’…”

Alcuni nodi narrativi erano lasciati in sospeso, alcuni capitoli non convincevano, insomma c’era ancora da lavorare sodo per trasformare Viola in un vero romanzo: “Rileggo, taglio, aggiungo, riscrivo. Penso: ecco ci sono quasi, forse ce la faccio. Poi vado in panico, mi faccio prendere dallo sconforto, vorrei cancellare tutto, penso che non finirò mai… La mia insegnante di scrittura creativa mi esorta a continuare, rincuorata vado avanti”.

Al concorso “Il mio esordio”, indetto da Feltrinelli e scuola Holden nell’estate 2013, Monica Coppola arriva in semifinale, ottenendo recensioni e commenti positivi: un buon risultato tra centinaia e centinaia di aspiranti scrittori.

Giunge così il momento di cercare un editore. “Redigo una lista di case editrici non a pagamento - racconta - e poi parte la trafila copisteria /ufficio postale, accompagnata anche da un massiccio invio di pdf via mail. Seguono lunghi mesi di calma piatta e di risposte che non arrivano. Fino al Salone del Libro dello scorso anno, dove la realtà si mescola al romanzo. Girovagando per  gli stand incontro Anna Sophie e Livio Sassolini, direttori editoriali della giovane casa editrice Booksalad a cui aveva inviato il mio romanzo. Gliene parlo. Scopro che lo hanno letto.!"
Il resto è storia recente...


 

Ultimo aggiornamento Mercoledì 16 Settembre 2015 17:02

 

Un libro

La Bibbia, il libro dei libri

Ora puoi leggerla online


bi 190 200

 
 
 

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui Privacy navigazione.

Accetto i cookie in questo sito.

EU Cookie Directive Module Information